Moratti assolve Ranieri: "Tutta colpa di Gasperini". E lui replica: "Parlerò al momento opportuno"


Il presidente nerazzurro Massimo Moratti, intervistato dalla redazione del blog studentesco Opinioni in Contropiede all'Università degli Studi di Milano, dove si era recato per assistere alla discussione della tesi di laurea in filosofia della sua figlia più giovane, ha spiegato il recente esonero del tecnico Claudio Ranieri, il cui posto è stato preso dall'allenatore della Primavera, Andrea Stramaccioni. Il patron dell'Inter si è detto molto deluso dalla stagione fallimentare dei suoi, lanciando frecciatine verso alcuni giocatori, in particolare Maicon, Sneijder e Forlan, mentre ha salvato le bandiere Cambiasso e Zanetti:

"Ci voleva qualcosa di nuovo, che desse una scossa all'ambiente. Almeno ora ti alzi al mattino e c'è qualcosa di nuovo. Al terzo posto ci spero, ma non ci credo, anche se le altre non le vincono mai tutte, noi perdiamo troppo spesso, comunque nel calcio non si sa mai. Certo se non si va in Champions è un bel problema. [...] Chi mi ha deluso di più? Forlan, ma c'è da dire che è stato a lungo infortunato. Maicon e Sneijder potevano dare molto di più, pure Milito ha fatto poco anche se adesso sembra essersi ripreso. Invece non capisco come si faccia a parlare male di Cambiasso e Zanetti, due giocatori fantastici."

Grandi elogi nei confronti del nuovo allenatore, il quale sembra però essere visto più come un "traghettatore" destinato a lasciare la panchina ad una guida più esperta al termine della stagione che come il protagonista di un progetto in stile Barcellona volto a valorizzare i prodotti del vivaio. Parole di stima anche nei confronti di Ranieri, considerato poco colpevole della situazione, le cui responsabilità vengono addossate tutte sulle spalle del tecnico con il quale i milanesi avevano iniziato la stagione, l'ex genoano Gian Piero Gasperini:

"Stramaccioni tatticamente è molto bravo. Con la Primavera ha fatto un lavoro splendido in questi mesi. Tenerlo l'anno prossimo? Se me le vince tutte. Bielsa? È uno molto divertente e molto preparato, all'Inter servirebbe uno pazzo come lui, a noi non piace la gente noiosa, ci vuole qualcuno di divertente. Villas Boas? Distante anni luce da Mourinho, però è giovane e potrebbe fare molto bene. Anche Montella è bravo, così come Zeman. [...] Ranieri è una bravissima persona, molto intelligente, pensavo mi mandasse a quel paese ieri sera e invece mi ha pure detto di essere disponibile a fare l’osservatore, un vero signore. Ma la colpa per il disastro di questa stagione è di Gasperini, ha rovinato tutto, ha tolto la grinta all’ambiente e si lamentava in continuazione contro i giocatori, davvero pessimo".



Puntuale è arrivata la replica dello stesso Gasperini, che ha commentato seccamente: "Nessun commento da fare. Quando sarà il momento opportuno parlerò, ma oggi no".

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail
27 commenti Aggiorna
Ordina: