Moratti segue Galliani

Pur separati da 28 punti nella classifica dell’attuale campionato, in una cosa l’Inter è arrivata dopo il Milan. Infatti il nome di Massimo Moratti, segue quello di Adriano Galliani, nell’albo degli iscritti per gli indagati per falso in bilancio. Mettiamo subito i puntini sulle “i”: negli anni di cui si indaga, era d’uopo sguazzare tra

di

Pur separati da 28 punti nella classifica dell’attuale campionato, in una cosa l’Inter è arrivata dopo il Milan.
Infatti il nome di Massimo Moratti, segue quello di Adriano Galliani, nell’albo degli iscritti per gli indagati per falso in bilancio.
Mettiamo subito i puntini sulle “i”: negli anni di cui si indaga, era d’uopo sguazzare tra plusvalenze e magheggi vari per ripianare bilanci agonizzanti.
Lo facevano (lo fanno?) tutti, nessuno escluso.
Ciò che però sembra rendere più critica la situazione del patron nerazzurro è il fatto che, senza queste operazioni di lifting finianziario, a quanto dichiara la Guardia di Finanza, l’Inter, a differenza, per esempio dello stesso Milan, non avrebbe potuto (nè dovuto) iscriversi al campionato di Serie A 2004/2005, quello di calciopoli per intenderci.

Curioso come a difendere la società nerazzurra ci tenga anche il Milan.
Infatti, alla fine campionato 2002-2003, Milan e Inter si scambiarono ben otto giocatori senza che essi giocassero.
Se affonda l’Inter, affonda anche il Milan che pur, per il momento, sembra essere riuscito nell’impresa di argomentare la regolarità dei propri bilanci.
Cosa rischia la capolista, e di riflesso Milan & Co.?
All’atto pratico, sul piano sportivo, probabilmente poco o niente, o al massimo una penalizzazione (basti pensare che il Siena è stato penalizzato di un punto per aver pagato in ritardo l’IRPEF).
Più probabilmente, una forte multa.
Queste le ipotesi. Se poi sia giusto o meno, chi può dirlo?
Certo è che questa è l’ennesima dimostrazione che il calcio è marcio, e non si salva prorpio nessuno.
E il fatto che a lasciar trapelare per primo quest’indagine, sia stato il Corriere della Sera, da molti considerato filo-morattiano, per alcuni è la prova che sotto c’è molto di più.
Fine della puntata. Ma non della serie.