Aston Villa shock: il capitano Petrov ha la leucemia acuta


Sabato scorso aveva giocato tutti e 90 i minuti all'Emirates Stadium di Londra: lui, il capitano dell'Aston Villa Stiliyan Petrov, contro l'Arsenal era stato uno dei più deludenti in campo, con un cartellino giallo rimediato, un 4 in pagella e niente di niente per evitare il 3-0 dei Gunners di Wenger. Febbricitante nel post-gara, alla fine il malessere diffuso del bulgaro ha convinto i sanitari dei Villans a fargli fare delle analisi del sangue approfondite: oggi sul sito ufficiale della squadra di Birmingham è apparso un agghiacciante comunicato col quale la società ha informato i tifosi (e non solo) che Petrov è affetto da leucemia acuta:

"L'Aston Villa oggi è venuto a conoscenza che il nostro capitano Stiliyan Petrov ha la leucemia acuta. Stiliyan era febbricitante dopo la partita di sabato scorso contro l'Arsenal e di conseguenza aveva effettuato delle analisi sotto la supervisione del Dottor Ian McGuinnes. Esperti ematologi hanno confermato la diagnosi. Nei prossimi giorni ci aspettiamo di saperne di più sulla situazione di Stiliyan e ci siamo mossi rapidamente per supportare lui e la sua famiglia. Nel frattempo chiediamo che venga rispettata la privacy di Stiliyan e fidatevi che forniremo tutte le informazioni del caso appena ne verremo a conoscenza. Stiliyan è molto amato e riceverà da noi tutti tutto l'amore e il supporto che potremo per aiutarlo affinché risolva tutti i suoi problemi".

Non si sa altro. Ricordiamo che Stiliyan Petrov è un idolo in Bulgaria: 33 anni a luglio, con la sua Nazionale ha giocato 105 partite siglando 8 gol; tre invece le squadre di club e cioè il CSKA Sofia, i Celtic Glasgow (quasi 300 partite con gli scozzesi in sette anni) e l'Aston Villa (voluto da Martin O'Neill, arrivò al Villa Park per 6,5 milioni di sterline ed è diventato capitano della squadra da tre anni a questa parte). Con il club di Birmingham Petrov ha totalizzato 217 partite e 12 gol, quest'anno è sceso in campo 29 volte (4 gol per lui); giocatore bulgaro dell'anno nel 2003, non va confuso con Martin Petrov, bulgaro anch'egli e classe '79 come il collega, ala del Bolton con in passato esperienze al Wolfsburg, Atletico Madrid e, soprattutto, Manchester City.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail