Lutto per il Pescara e per il calcio: all'improvviso muore l'ex portiere Francesco Mancini


Lutto improvviso nel mondo del calcio: questo pomeriggio se ne è andato Francesco Mancini, ex portiere del Foggia dei miracoli di Zeman e attualmente preparatore dei portieri del Pescara. L'estremo difensore di Matera è stato trovato senza vita dalla moglie che, rientrata nella sua casa di via Gobetti a Pescara insieme a un'amica, ha allertato subito il 118; giunti tempestivamente sul posto, i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso di Mancini, 43 anni, probabilmente stroncato da un infarto. E' stato proprio Zdenek Zeman a comunicarlo alla squadra che domani sarà impegnata in casa contro il Bari (squadra in cui Mancini aveva militato) e che giocherà col lutto al braccio (oltre al minuto di silenzio e alla fascia nera che indosseranno anche i giocatori del Bari): e pensare che stamani aveva lavorato con Anania, Ragni e Cattenari, i tre portieri degli adriatici.

Incredulità e costerno nel capoluogo di provincia abruzzese, per un ragazzo che stava bene e che era ben voluto da tutto lo staff biancazzurro; d'altra parte Mancini era nel cuore di molte tifoserie avendo difeso le porte di Matera, Bisceglie, Lazio, Bari, Napoli, Pisa, Sambenedettese, Teramo, Salernitana, Martina e Fortis Trani, col quale aveva appeso i guantoni al chiodo nel 2008. Il Pescara Calcio ha espresso il suo cordoglio con un comunicato sul proprio sito web:

"Abbiamo appreso, increduli, della prematura scomparsa del nostro Franco Mancini, preparatore dei portieri biancazzurro. Franco ci ha lasciato all'improvviso questo pomeriggio, colto da un malore che gli è stato fatale. In questo momento ogni parola è superflua, ogni pensiero è confuso se ci viene in mente che questa mattina l'abbiamo visto in campo ad allenare i suoi portieri per prepararli al meglio per la gara di domani contro quel Bari di cui era stato anche vicecapitano. Domani il suo Pescara e il suo Bari osserveranno un minuto di silenzio e giocheranno con il lutto al braccio. E ogni parata sarà per lui. Ci stringiamo intorno alla tua famiglia che ami tanto e ai tantissimi che ti vogliono bene. Ci manchi".

Non sa che parole usare anche il presidente del club, Daniele Sebastiani: "Siamo sconvolti. Quando ho saputo la notizia, non volevo crederci. Pescara perde un ragazzo eccezionale e un professionista serio. Francesco era una persona dall'umanità incredibile. Aveva giocato ad alti livelli, ma fuori dal campo era una persona semplice ed umile. Un ragazzo da dieci e lode. Ci mancherà da matti". Le nostre più sincere, vere e dispiaciute condoglianze alla famiglia di Francesco Mancini, un portiere del sud, una persona fantastica.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: