L'Alta Corte di Giustizia del Coni conferma la radiazione di Moggi e Giraudo


Anche nell'ultimo dei gradi di giudizio previsti dall'ordinamento sportivo è arrivata una sentenza di condanna nei confronti degli ex dirigenti della Juventus Luciano Moggi e Antonio Giraudo, coinvolti nel 2006 nella vicenda Calciopoli. L'Alta Corte di Giustizia del Coni, presieduta da Riccardo Chieppa, ha confermato infatti questa mattina la radiazione da ogni carica a livello sportivo inflitta il 15 giugno scorso ai due e ribadita poi alcune settimane più tardi in appello, mettendo la parola fine, almeno per quanto riguarda la giustizia sportiva, sulla vicenda.

Stessa sorte è toccata all'ex vicepresidente federale Innocenzo Mazzini, anch'egli coinvolto nello scandalo che sconvolse il calcio italiano, decretando la retrocessione in serie B dei torinesi e pesanti penalizzazioni in classifica per gli altri club coinvolti. I tre non sembrano però intenzionati a mollare e si vocifera già di un loro ricorso alla giustizia civile o alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. Secondo la loro interpretazione la sentenza sarebbe infatti anomala, visto che la Figc scelse di seguire, a causa della mancanza di regole chiare in merito e di precedenti, un iter poco ortodosso.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: