Palermo, in vista della Juve Zamparini e Miccoli ammettono: “Quasi impossibile vincere”

Sabato prossimo il Palermo ospiterà la Juve per una partita che negli ultimi anni ha regalato grandi soddisfazioni ai colori rosanero: quest’anno però il cronico ottimismo dei siciliani lascia spazio al rispetto, come testimoniano le dichiarazioni di Miccoli e Zamparini che dimostrano di temere molto i bianconeri.


L’ottimismo dalle parti di Palermo c’è sempre. Soprattutto quando al Barbera arriva la Juve, allora i rosanero affilano i coltelli e pensano a come mettere uno sgambetto alla Vecchia Signora: da quando i siciliani sono tornati in Serie A hanno vinto tra le mura amiche per ben 4 volte (2 le affermazioni bianconere) non disdegnando blitz succulenti anche dalle parti di Torino. Insomma, alla partita di sabato (ore 18.30) ci si sarebbe arrivati con le solite dichiarazioni al vetriolo da parte della banda di Zamparini, se non fosse che quest’anno le cose stanno in maniera diversa dal solito. Prima di tutto la squadra di Mutti è in piena emergenza: fuori per infortunio Balzaretti, Silvestre e Aguirregaray, il giudice sportivo ha fermato anche Bertolo, Donati, Hernandez e Mantovani. Praticamente mezza squadra (e quasi tutta la difesa). In più la Juve quest’anno fa più paura del solito, imbattuta e cinica, difesa imperforabile e l’obiettivo scudetto avanti ai suoi occhi; Fabrizio Miccoli è meno combattivo del solito:

“Un gol alla Juve? Spero di sì, ce la metterò tutta, ma è difficile. Forse è la prima volta che tre giorni prima di affrontare la Juve, non dico che ho sensazioni buone; in ogni modo dobbiamo essere concentrati giò da oggi perché incontreremo una squadra pari al Milan che ha dimostrato di essere grandissima. Loro la miglior difesa? Sono solo 30 gol in meno! Scherzo… Ci sono altre differenze, non hanno mai perso e sono più forti di noi. La partita comunque la dobbiamo giocare. Quello che chiedo è la massima concentrazione, è la partita più difficile di questo campionato, la Juve mi ha impressionato. Non ho voglia di fare figuracce”.

Maurizio Zamparini è meno caustico e la mette sulla legge dei grandi numeri:

“Il Palermo affronterà la sfida di sabato in maniera serena, la Juventus no. Noi non abbiamo nulla da perdere, loro invece tantissimo. E in ogni caso la Juventus una partita dovrà pur perderla in questa stagione. O no?”

Per Bortolo Mutti sonni tranquilli: comunque vada non sarà quella di sabato la partita della vita, in più la formazione sarà quasi scontata, viste le tante defezioni. In particolare è la difesa a tre che fa venire i brividi ai tifosi palermitani: contro le bocche di fuoco juventine si opporranno Munoz, Milanovic e Labrin, 65 anni in tre. E al centro del campo dovranno fare gli straordinari Migliaccio, per altro non al meglio, Della Rocca e Barreto. Non c’è che dire, la Juve ha davvero la grandissima opportunità, per una volta, di espugnare il Barbera senza troppi patemi. Ma non ditelo a Conte e ai suoi giocatori: guai ad abbassare la guardia.

Foto | © TMNews

I Video di Calcioblog