Piermario Morosini è morto


Piermario Morisini è morto all'ospedale Santo Spirito di Pescara intorno alle 17. Il giocatore del Livorno, accasciatosi in campo durante la partita contro la squadra di Zeman al 20' del primo tempo, è stato colpito da un attacco di cuore e tutti i soccorsi, sia quelli portati in campo immediatamente ad opera dei sanitari presenti con l'uso del defibrillatore sia quelli dei medici della struttura ospedaliera della città abruzzese si sono rivelati inutili.

Secondo le prime parole del presidente del Pescara parlano addirittura di tre attacchi cardiaci consecutivi. Al ragazzo, classe 1986, era stato indotto un coma farmacologico per valutare i danni cerebrali causati dalla gravissima crisi cardiaca che lo ha colpito, ma sono sopraggiunte complicazioni che ne hanno fatto dichiarare il decesso pochi minuti fa. Il calcio è sotto shock e nel weekend sarà osservato un minuto di silenzio su tutti i campi, secondo un rituale consolidato, ma questo caso merita i dovuti approfondimenti. Quando questi episodi avvengono all'estero si porta l'esempio positivo delle medicina dello Sport italiana che impone a tutti i calciatori professionisti (e non solo) controlli severissimi in grado di scovare le predisposizioni degli atleti a questo tipo di malori, ora però il povero Morosini potrebbe divenire l'emblema di una questione evidentemente ancora aperta anche nel nostro sport.

Si dovranno ovviamente attendere gli esiti di un'autopsia che sarà certamente disposta nelle prossime ore, intanto noi non possiamo che esprimere le condoglianze agli amici e ai familiari di Piermario Morosini.

Malore per Piermario Morisini, Pescara - Livorno sospesa
Malore per Piermario Morisini, Pescara - Livorno sospesa
Malore per Piermario Morisini, Pescara - Livorno sospesa
Malore per Piermario Morisini, Pescara - Livorno sospesa
Malore per Piermario Morisini, Pescara - Livorno sospesa

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: