Morosini - Il ricordo di amici e colleghi, i titoli sui siti stranieri | Foto


"Adesso finalmente potrai riabbracciare tutta la tua famiglia", scrive su Twitter Roberto Baronio, compagno di squadra di Piermario Morosini ai tempi dell'Udinese. "Quando ero a Udine, Mario arrivò dalla Primavera. Era un ragazzo d’oro, aveva perso i genitori e un fratello. Il destino gli aveva portato via la famiglia”, aggiunge Baronio, a Sky Sport24. “E il destino ha portato via lui”, aggiunge. “Piermario ha giocato in tante squadre, molti colleghi ora saranno scossi. È giusto che il calcio si fermi”.

Morosini da adolescente aveva perso i genitori (la mamma a 15 anni per un tumore e il papà a 17, anche lui per un infarto), poi era mancato anche un fratello. Un destino amarissimo. Dopo aver fatto tutta la trafila delle giovanili dell'Atalanta, Morosini fu ingaggiato nel 2004 dall'Udinese ed esordì in serie A nella gara al Friuli contro l'Inter, proprio la stessa gara che oggi è stata sospesa per la sua morte. Con l'Udinese arriva anche la nazionale Under 21 di Casiraghi. Da Udine Morosini va in prestito prima a Bologna poi a Vicenza, Reggio Calabria, Padova e ancora Vicenza. Rientrato a Udine dal veneto lo scorso anno, viene mandato in prestito al Livorno.

Tutte le società di Serie A hanno espresso cordoglio per la prematura e improvvisa morte del giocatore del Livorno. Su facebook è una lunga lista di comunicati, come quello della Roma o della Juventus che si unisce al cordoglio per la scomparsa di Piermario Morosini ed è vicina alla famiglia dello sfortunato giocatore. Queste invece le parole di Edy Reja, tecnico della Lazio:

"Con quale spirito avremmo giocato? E' stato giusto fermarsi. Purtroppo il carrozzone deve andare avanti... Non conoscevo personalmente Morosini, ma quando ero a Napoli lo avevo seguito insieme alla dirigenza per le sue qualità agonistiche, poteva avere buone prospettive. Aveva perso nel giro di pochi anni i genitori e un fratello, questa è una tragedia. Faccio fatica a trovare le parole. Serve maggiore prevenzione? I giocatori sono monitorati ogni quattro-cinque mesi, fanno prove sotto sforzo, può capitare, sono destini della vita. Ora il calendario sarà ancora più pieno, oggi riposeremo ma questo turno di campionato dovrà essere recuperato, calcolando che ad inizio maggio in programma c'è un altra giornata infrasettimanale. Di fronte a questi eventi ogni considerazione va in secondo piano".

Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri

Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri
Foto | La morte di Morosini sui siti stranieri

  • shares
  • Mail