Vigilia di Barcellona-Real Madrid: si decide la Liga


Quattro punti separano il Barcellona dal Real Madrid, un distacco ampiamente ridottosi nelle ultime settimane. Il vantaggio dei blancos, infatti, toccò i 10 punti a febbraio e a quel punto, abbastanza comprensibilmente, più di qualcuno pensò che il discorso per il titolo fosse chiuso. Niente di vero perché il rallentamento degli uomini di Mourinho ha favorito i catalani che non si sono dati mai per vinti. Tuttavia la Liga, come ha ammesso Guardiola, è ancora nelle mani del Real Madrid, ma alla vigilia del Clasico che si giocherà al Camp Nou in casa Barcellona è lecito pensare ad uno sgambetto ai rivali di sempre che potrebbe rivelarsi clamorosamente fatale. Le parole del tecnico blaugrana:

"Ho la sensazione che il Madrid verrà qui per vincere la partita. Sono molto forti fisicamente e dominano in ogni fase del gioco. Se non vinciamo, credo che alla fine saranno loro i campioni. Qualunque cosa accada avremo fatto di tutto per vincere. Giocare questa partita con soli 4 punti di distacco è già una soddisfazione, pensavamo di arrivare con più punti di distanza. Si è allenato per conto suo e ha avuto meno dolore di ieri. Comunque è ancora in dubbio. La partita contro il Chelsea? Abbiamo fatto tanto gioco su un campo molto difficile".

Per il Real ha parlato Aitor Karanka, secondo di Mourinho. I madrileni giocheranno all'attacco secondo il vice allenatore:


"Il Real Madrid giocherà all'attacco e cercherà di fare gol contro il Barcellona. Ci sono tutti gli ingredienti per una grande partita e spero che tutto si svolga normalmente e che alla fine i tifosi saranno soddisfatti. Ci sono in palio tre punti importanti e qualunque sia il risultato poi restano quattro partite da giocare. Per questo noi continueremo a lavorare e giocare come sempre fino alla fine. E' un obiettivo importante, storico. Questa squadra, numeri alla mano, sta dando spettacolo e dimostrando che merita di essere campione".

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: