Paolucci: il futuro è tuo

L’anno scorso la Juventus Primavera ha vinto il suo quarto scudetto di categoria della storia, 12 anni dopo quello conquistato da Del Piero e Cammarata. I ragazzi guidati da Chiarenza erano una spanna superiori agli avversari e già quest’anno, neanche 12 mesi dopo, alcuni di quei giocatori stanno facendo vedere di che pasta siano fatti;

L’anno scorso la Juventus Primavera ha vinto il suo quarto scudetto di categoria della storia, 12 anni dopo quello conquistato da Del Piero e Cammarata. I ragazzi guidati da Chiarenza erano una spanna superiori agli avversari e già quest’anno, neanche 12 mesi dopo, alcuni di quei giocatori stanno facendo vedere di che pasta siano fatti; Criscito e Marchisio infatti sono ormai nomi conosciuti ai più, ma non vanno dimenticati Venitucci o De Ceglie o ragazzi dal sicuro avvenire come Zammuto, Volpe e Giovinco.
Tuttavia il bomber di quella squadra è stato un giovanotto di Recanati che il 5 febbraio prossimo compirà 21 anni; con la maglia bianconera realizzò 27 gol, di cui 4 nei playoff, e ora sta mettendosi in mostra anche nel massimo campionato italiano. Si chiama Michele Paolucci e gioca infatti con l’Ascoli; nelle ultime 4 partite ha realizzato la bellezza di 4 gol: gli ultimi 2 proprio ieri al San Filippo di Messina, due lampi allo scadere sullo Stretto che hanno permesso alla formazione marchigiana di arrivare a un clamoroso successo.
Sonetti a fine gara non ha lesinato parole d’elogio per il suo gioiello che mostra un fiuto da attaccante di razza; coi suoi gol, e l’innesto di un giocatore intelligente come Soncin, la salvezza della società del presidente Benigni non sarà una utopia. Resteremo a vedere come maturerà ma, viste le premesse, non possiamo che essere ottimisti: Paolucci diventerà un grande goleador!