Zanetti: "Terza stella alla Juve? Contenti loro..."


In giornata Giancarlo Abete ha mostrato segnali di apertura sulla questione della terza stella eventualmente da stampare sulle magliette della Juventus qualora i bianconeri dovessero vincere lo scudetto e in caso di richiesta formale della società piemontese. Sarà un nodo da sciogliere a cui una larga fetta della tifoseria bianconera tiene molto.

Un parere è stato chiesto anche a Javier Zanetti, bandiera dell'Inter e quindi parte in causa dell'annosa contesa tra nerazzurri e bianconeri. All'Hotel Marriott di Milano, in occasione della XVII edizione del 'Premio San Siro Gentleman', riconoscimento che viene annualmente attribuito ai calciatori di Inter e Milan che si sono distinti per il fair play, il giocatore argentino ha risposto in questo modo (dichiarazioni riportate da inter.it):

"Lavoriamo per il terzo posto, ci crediamo, vogliamo arrivare in Champions, mancano quattro partite e ci proveremo fino alla fine. Le 800 presenze? Ormai l'anno prossimo, quest'anno non ce la faccio visto che ora mi sono dovuto fermare. Ma all'inizio dell'anno prossimo sì, perchè ho voglia di continuare ed essere utile a questa società. Dopo? Mi hanno chiesto se mi sarebbe piaciuto fare il dirigente o l'allenatore, ho detto il dirigente ma non ho mai detto di avere già la scrivania pronta. Stramaccioni? Stiamo lavorando bene con lui, ha portato entusiasmo, ha le capacità per continuare con noi, ha le idee chiare. Gasperini e Ranieri? Porto rispetto per loro, che hanno comunque cercato di fare del loro meglio. Il futuro dell'Inter? Un mix tra giovani e uomini di esperienza. Il derby? Mancano ancora due partite e noi saremo lì a lottare per il terzo posto. Sneijder e Alvarez? Sono stati fuori tanto per infortunio, ora sono tornati e con la loro qualità, ci aiutano molto. La Juventus vincendo lo scudetto vorrebbe mettere la terza stella? Se sono contenti loro che lo facciano, inutile commentare, noi pensiamo solo a noi stessi. Se ho sentito Mourinho? Ci siamo scambiati dei messaggi, ero molto dispiaciuto per lui. E molto dispiaciuto era ovviamente anche lui, ci teneva tantissimo, ma poi alla lotteria dei rigori è andata come è andata. Rendiamo comunque merito al Bayern. Come sto? Cercherò di tentare di esserci per domenica, ma poi vedremo col medico e l'allenatore. Tra Milan e Juventus chi preferisco vinca lo scudetto? Non so, noi pensiamo ad arrivare in Champions League e a fare una grande squadra per il prossimo anno, non agli altri".

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina: