Nesta pronto all'avventura americana: lo vogliono i New York Red Bulls


Dopo Clarence Seedorf, secondo alcune voci provenienti dal Brasile pronto a sbarcare nel paese sudamericano destinazione Botafogo o Corinthians, un altro giocatore del Milan in scadenza a giugno sembra destinato a finire oltre oceano. Si tratta di Alessandro Nesta, il cui fisico ormai logorato dai numerosi infortuni ha convinto i rossonero a non proporgli il rinnovo del contratto per un'ulteriore stagione. Il difensore sarebbe stato infatti contattato dai New York Red Bulls, squadra della Mls nella quale militano altri due ex grandi nomi del calcio europeo come Thierry Henry e Rafael Marquez.

Secondo i piani del club statunitense, il trentaseienne sarebbe il terzo, oltre ai due già citati Henry e Marquez, dei designated players, i giocatori esclusi dai vincoli del salary cap presente in tutti gli sport di squadra americani, cosa che potrebbe garantirgli un cospicuo ingaggio, grazie al quale potrebbe concludere nella massima tranquillità la propria carriera. L'ipotesi americana sembra dunque la più probabile, anche se nelle scorse settimane era stato adombrato un suo possibile passaggio alla Juventus, dove avrebbe potuto provare a replicare l'exploit già riuscito all'ex compagno di squadra Andrea Pirlo.

Le precarie condizioni fisiche e l'età non più giovanissima, suggeriscono però una soluzione più "soft", probabilmente la più adatta ad un giocatore che ha sempre tentato di gestire al meglio le proprie forze, come dimostra anche il ritiro dalla Nazionale a soli trent'anni nel 2006. Secondo alcune voci, la prossima settimana alcuni emissari dei newyorkesi sbarcheranno in Italia per intavolare la trattativa. Quelle con Siena, Atalanta, Inter e Novara potrebbero essere dunque le ultime apparizioni di Nesta nel campionato italiano, nel quale esordì nel 1994, a diciott'anni non ancora compiuti, con la maglia della Lazio.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail