Fiorentina, esonerato Delio Rossi: i commenti a caldo dopo l’aggressione a Ljajic

La Fiorentina ha deciso di esonerare Delio Rossi dopo l’inqualificabile aggressione ad Ademi Ljajic durante Fiorentina – Novara: il presidente del club gigliato, addolorato e in difficoltà, ha annunciato che il tecnico romagnolo non potrà più essere l’allenatore dei viola.

Dopo l’incredibile aggressione di Delio Rossi al suo giocatore, il fantasista della Fiorentina Adem Ljajic (qui il resoconto dell’accaduto), la società gigliata ha deciso di esonerare il tecnico romagnolo: lo ha annunciato ai microfoni dei giornalisti Andrea Della Valle, che seppur dispiaciuto di quanto deliberato dopo una lunga trattativa negli spogliatoi, non ha potuto far altro che sollevare dall’incarico Rossi. Al suo posto per le rimanente due partite (la prossima delicata a Lecce) si fa il nome il Vincenzo Guerini, ma attenzioni al tecnico della Primavera Leonardo Semplici:

“La decisione, dopo un atto grave compiuto da una persona mite che mai aveva avuto un comportamento del genere, è quella di esonerare il tecnico Delio Rossi. Ho rivisto le immagini e sono immagini gravi. Lui mi ha dato le sue spiegazioni ed era pronto a chiedere scusa alla società e ai giocatori, ma ho dovuto prendere questa decisione, che è la più difficile della mia gestione. Ci sarà una punizione anche per il giocatore che ha mancato di rispetto al nostro allenatore che ha avuto una reazione eccessiva. Questa società si è sempre fatta portabandiera di certi valori e questa era l’unica decisione da prendere. Non mi sarei mai aspettato di prendere questa decisione. Domani mattina saprete tutto il resto. Guerini? Non voglio fare nomi, anche per rispetto a Delio Rossi e penso sia meglio far passare la nottata. Ora dobbiamo andare a Lecce per fare almeno un punto, ma non sarà facile. Quest’anno sono stati fatti troppi errori”.

Questo quanto dichiarato da Della Valle, mentre si vocifera che per il serbo Ljajic è in arrivo una multa saluta, l’esclusione dalla rosa e la non riconferma per la prossima stagione; acquisiti i filmati Sky, infatti, la Fiorentina ha preso atto che il giovane giocatore gigliato ha provocato e non poco il suo allenatore, da cui la comunque indifendibile reazione di Delio Rossi. Dell’episodio parla anche Attilio Tesser, allenatore del Novara che ha pareggiato 2-2 al Franchi:

“E’ una scena surreale, ma non mi permetto di dare giudizi su altre squadre. Sotto stress si fanno tante cose, qualcosa deve essere successo. Rossi non è impazzito, evidentemente qualcosa di pesante il giocatore ha detto”.

In qualche modo difende il collega anche Renzo Ulivieri, presidente dell’Associazione Italiana Allenatori di Calcio:

“Le mani devono stare al loro posto, anche quelle dei calciatori però: anche se Delio può aver sbagliato, io vorrei che si capisse che le mani, e la lingua, di tutti nel calcio devono stare al loro posto”.

Il dibattito è aperto, più che mai.

I Video di Calcioblog