Cairo ci crede: “Più forti con Coco e Bovo”

Giornata convulsa per i tifosi del Torino che si aspettavano quei colpi ritenuti necessari per colmare le lacune palesate dalla squadra fino ad oggi. Dopo una giornata frenetica, il presidente Cairo e il direttore generale Tosi sono riusciti a portare a casa due rinforzi in prestito, Coco dall’Inter e Bovo dal Palermo, ma hanno dovuto

Giornata convulsa per i tifosi del Torino che si aspettavano quei colpi ritenuti necessari per colmare le lacune palesate dalla squadra fino ad oggi. Dopo una giornata frenetica, il presidente Cairo e il direttore generale Tosi sono riusciti a portare a casa due rinforzi in prestito, Coco dall’Inter e Bovo dal Palermo, ma hanno dovuto ammettere il fallimento del colpo più importante del mercato estivo: Fiore.
Ecco alcuni passi dell’ intervista del “Papa” apparsa su Toronews.net: ” Sono veramente molto soddisfatto per aver rafforzato la difesa, sfoltito la rosa e alleggerito l’ambiente da certe situazioni che potevano diventare controproducenti per tutti. Bovo è un giocatore di valore assoluto che può ricoprire tutti i ruoli della difesa. Con uno come lui possiamo stare tranquilli e pensare di giocare anche a due punte.
Coco ha fatto bene con Zaccheroni in panchina e si farà amare giocando bene. E’ ricco di stimoli e viene per dare il meglio di sé.
La cessione di Fiore? Ho preferito cederlo perché pur essendo un giocatore ricco di talento non si era bene inserito nell’ambiente e per lui diventava difficile riuscire a invertire una tendenza negativa che stava diventando preoccupante.