Finisce la carriera di un altro campione: Van Nistelrooy appende le scarpette al chiodo

L’attaccante olandese del Malaga annuncia il suo addio al calcio


Come già sta accadendo in questi giorni in Italia, anche all’estero alcuni dei grandi protagonisti della scena calcistica di questo ultimo ventennio si preparano all’addio al calcio giocato o a chiudere la propria carriera in campionati meno impegnativi di quelli del Vecchio Continente. Uno di questi è il bomber olandese Ruud Van Nistelrooy, che ieri ha annuciato di non voler proseguire la propria avventura con gli spagnoli del Malaga, con i quali ha appena conquistato una storica qualificazione ai preliminari di Champions League. Queste le parole di commiato del grande attaccante, che ha spiegato di aver preso questa decisione a causa delle sue ormai precarie condizioni atletiche:

“Sono felice del grande risultato che siamo riusciti a centrare, ma sono stanco e se decidessi di continuare, non riuscirei a dare il massimo per i miei compagni. Ho raggiunto il mio limite fisico e per me è giunto il momento di dire addio. Ringrazio il Malaga ma anche tutti i miei club passati per la grande occasione che mi hanno offerto di dimostrare il mio valore a livello mondiale”.

Van Nistelrooy lascia al termine di una carriera ricca di successi, nella quale, con 346 gol messi a segno in 586 gare ufficiali disputate, si è affermato come uno degli attaccanti più prolifici della storia del calcio europeo. Nel 1993 il suo esordio con la casacca del Den Bosch per poi passare, dopo una breve parentesi all’Heerenveen, al Psv Eindhoven, squadra che lo ha lanciato sui grandi palcoscenici internazionali, permettendogli di indossare prima la maglia del Manchester United e poi quella del Real Madrid. Dopo l’addio ai Blancos l’esperienza nel campionato tedesco con l’Amburgo e infine il ritorno in Spagna nel Malaga. Settanta (con trentacinque reti all’attivo) le sue presenza con la nazionale olandese.

Foto | © TMNews

I Video di Calcioblog