Coppa Italia, Juve – Napoli 0-2: La gioia di Mazzarri, De Laurentiis e Cannavaro

La parole di Walter Mazzarri, Paolo Cannavaro e Aurelio De Laurentiis dopo la vittoria della Coppa Italia.


Il calcio italiano chiude il sipario dopo una stagione ricca di emozioni e sorprese, lo fa con i festeggiamenti del Napoli e dei suoi tifosi che hanno vinto la Coppa Italia battendo a Roma la Juventus alla prima sconfitta stagionale. Si respira l’aria dell’impresa, perché prima del fischio di inizio i campani non erano certo favoriti, ma anche perché dopo 22 anni i partenopei tornano a vincere un trofeo, l’ultimo era stata la Supercoppa Italiana nel 1990, proprio contro i bianconeri. Al fischio finale all’Olimpico è esplosa la festa, i protagonisti del trionfo sono stati letteralmente assaltati da sostenitori pazzi di gioia. Non è stato facile raccogliere le testimonianze di Mazzarri e dei suoi ragazzi, ma le poche parole proferite riflettono benissimo lo stato d’animo dei vincitori.

È il caso del tecnico toscano al suo primo successo in carriera, dopo aver sfiorato la Coppa Italia con la Sampdoria è riuscito finalmente a conquistarla, averlo fatto battendo la Juve dei record di Conte serve ad impreziosire una serata che resterà per sempre scolpita nella sua memoria e la sua storia d’amore con il Napoli è destinata a continuare:

“Sono felicissimo, sembrava impensabile battere la Juventus in questa stagione. Da tre anni il nostro inno lo cantano tutti e ora l’abbiamo ricantato noi. Tutta la squadra ha fatto qualcosa di straordinario in questo triennio. Questo è un gruppo eccezionale che va premiato e osannato in blocco. Ho un contratto fino al 2013 e intendo rispettarlo. Godiamoci questo momento poi ci sarà tempo di pensare ad altro”.

Visibilmente soddisfatto anche il presidente De Laurentiis che a fine partita ha voluto dedicare la vittoria ai tifosi e alla città di Napoli, una città che dopo l’epoca d’oro di Maradona ha dovuto soffrire tantissimo sportivamente, vedendo la squadra sprofondare in Serie C1:

“Non è il mio primo trofeo, ma quello di questo gruppo. Questa società è nata nel 2004, è il primo trofeo della rinascita. Napoli esiste, Napoli è viva e sa essere anche campione nel mondo dello sport”.

Sicuramente più loquace il capitano azzurro Paolo Cannavaro che ha potuto vivere l’immensa gioia di alzare una coppa con la maglia della squadra della sua città, una soddisfazione che nemmeno il fratello Fabio era riuscito a raggiungere. Anche il difensore dedica la serata magica alla città e ai tifosi che, assicura, questa notte faranno fatica a dormire:

“Nello spogliatoio ci siamo divertiti, abbiamo provato ad uscire per portare la Coppa sotto i tifosi ma erano già andati via. Sicuramente Napoli questa notte non dormirà. Io secondo capitano napoletano ad alzare la Coppa? È una soddisfazione tripla, adesso so cosa ha provato lui e spero che un domani possa alzarla qualche altro napoletano. Vincere a Napoli ha un sapore particolare e più difficile rispetto ad altre piazze”.

Juventus – Napoli 0-2 | Le foto della vittoria azzurra
Juventus - Napoli 0-2 | Le foto della vittoria azzurra
Juventus - Napoli 0-2 | Le foto della vittoria azzurra
Juventus - Napoli 0-2 | Le foto della vittoria azzurra
Juventus - Napoli 0-2 | Le foto della vittoria azzurra

Foto | © TM News

Cannavaro poi commenta le lacrime del compagno di squadra Lavezzi, forse all’ultima apparizione in azzurro, e l’addio di Del Piero alla Juventus. Chiude con l’auspicio che questa vittoria possa dare il via a qualcosa di importante per il Napoli che in questi anni tutti hanno applaudito ma che fino ad ora non era riuscito a portare a casa niente se non i complimenti degli appassionati di calcio:

“L’addio di Del Piero? Alex era triste, lascia il calcio italiano. È un campione e spero che possano nascere nuovi campioni come lui. Le lacrime di Lavezzi? Posso sperare che non siano lacrime d’addio, ma se così fosse bisognerebbe solo ringraziarlo. Cosa rappresenta per il Napoli questa coppa? Spero che sia un punto di partenza. Siamo un gruppo già forte, forse mancava solo vincere. Vincere aiuta a vincere ed è bello, speriamo che questa vittoria possa aiutarci nel prossimo anno”.

Come ha detto Cannavaro per pensare al futuro ci sarà tempo, un eventuale addio di Lavezzi sarebbe triste al termine di una stagione come quella appena finita, ma stasera non c’è tempo per questi pensieri, stasera i napoletani devono pensare solo a festeggiare un successo, questo successo, che mancava da troppo tempo.

Foto | © TMNews

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Coppa Italia

Tutto su Coppa Italia →