Italia, buone notizie dall'infermeria: Chiellini e Montolivo pronti per la Spagna

giorgio chiellini, riccardo montolivo

All'indomani della conferenza stampa di Cesare Prandelli con la quale si è dato ufficialmente il via all'avventura azzurra in vista di Euro 2012, Enrico Castellacci, medico dell'Italia, si dice ottimista sui recuperi dei due infortunati più seri del gruppo: Giorgio Chiellini e Riccardo Montolivo. Entrambi hanno riportato una lesione di primo grado all'adduttore, il nuovo giocatore del Milan si era fermato durante la partita contro il Lecce, mentre il bianconero ha subito un beffardo infortunio a pochi minuti dalla fine della partita tra Juventus e Atalanta, ultima di campionato nel giorno della festa bianconera.

I due giocatori sono fondamentali nell'economia tattica di Cesare Prandelli, il centrocampista è il più accreditato candidato a coprire il ruolo di centrocampista altro dietro le punte, mentre il difensore dovrebbe fare coppia con il compagno di squadra Barzagli nel reparto arretrato. Il ct ieri aveva detto che i 23 che porterà in Polonia dovranno essere tutti arruolabili, nessuno spazio per gli acciaccati dal momento che la competizione è molto corta e ogni passo falso potrebbe essere fatale. In questo senso arrivano le rassicurazione di Castellacci che, pur non potendo garantire la certezza matematica dei recuperi dei due giocatori, si dice molto ottimista:

"Posso solo ripetere ciò che ho detto alla stampa e a voi ieri, nel senso che ho alcuni infortunati, forse quelli che destano un po' di preoccupazione sono Montolivo e Chiellini perchè hanno un problema muscolare, però siamo ottimisti di poter recuperare anche loro nel prossimo futuro. I tempi di recupero? L'anatomia umana non è matematica ma dovrebbe volerci una settimana per Montolivo e due per Chiellini".

Dunque calendario alla mano entrambi dovrebbero essere pronti per la sfida inaugurale contro i campioni del mondo della Spagna. Sicuramente buone invece le notizie che riguardano gli altri infortunati: Giovinco ha quasi recuperato il problema al ginocchio (distrazione di primo grado al collaterale) e in un paio di giorni dovrebbe rientrare in gruppo, mentre continuano ad allenarsi in palestra Nocerino e De Rossi, il romanista, che aveva subito una frattura scomposta a un dito, non è stato operato e giocherà quindi con un tutore, la scelta di farlo allenare a parte è dettata solo dalla cautela. Fra pochi giorni si conoscerà la lista definitiva dei 23 convocati, Prandelli ha detto di avere già le idee chiare e queste notizie non possono che rendere più semplice il suo lavoro.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail