Italia, la promessa di Balotelli: “Ripagherò la fiducia di Prandelli”

Dopo un anno di latitanza Super Mario torna a parlare in conferenza stampa e sembra un giocatore diverso: vuole lasciare il segno all’Europeo per ripagare la fiducia di Prandelli, poi smentisce che nel suo futuro ci sia il Milan.


Mario Balotelli è atteso da tutti come uno dei protagonisti dei prossimi Europei, di sicuro punterà forte su di lui Cesare Prandelli che ha continuato a seguirlo e a sostenerlo anche quando alcuni suoi comportamenti, in campo e fuori, potevano indurre il ct dell’Italia a voltargli le spalle. Oggi l’attaccante del Manchester City si è intrattenuto a lungo con i giornalisti, in agenda c’era la sua conferenza stampa, e con la sua solita sincerità ha risposto alle domande che gli sono state rivolte, partendo dalla stagione che ha appena concluso in Inghilterra, per arrivare ai prossimi impegni in maglia azzurra, senza sottrarsi alle inevitabili frecciatine sul calciomercato. Balotelli sta bene, non solo fisicamente, sembra aver trovato quella serenità che spesso gli è mancata e ha voglia di lasciare il segno ai prossimi Europei:

“Prandelli mi ha aspettato e io non vedo l’ora di ripagarlo. Quando sono stato espulso col City, non ho pensato che fosse tutto finito perchè sono giovane… Però ho capito che era un errore. Mancini mi ha dato l’occasione di essere ancora decisivo nel finale di stagione. L’Europeo occasione della mia vita? Sì, penso sia così. Cassano e io siamo simili, anche fuori dal campo, e ci troviamo bene insieme. Lui è un fenomeno, è facile giocarci insieme. È vero che quando si è sentito male, lì per lì non volevo crederci, lo chiamai per dirgli: se non ce la fai a recuperare, all’Europeo non vado neppure io. Ma ero sicuro che ce l’avrebbe fatta. Se questa è la Nazionale di Balotelli e Cassano? Lo dice la stampa, Antonio e io non siamo i più forti ma i più chiacchierati. Sono tanti quelli forti, a partire da Di Natale, che mi piace tantissimo: se un giorno dovessimo giocare in tre davanti, sarei il primo a spostarmi a sinistra o a destra. Se non giocherò significa che toccherà a qualcuno più in forma, ma per scendere in campo sarei disposto a tutto”.

Il giocatore ha ammesso senza difficoltà di avere un carattere molto particolare, ma non ci sta a passare sempre dalla parte del cattivo e sostiene che spesso i giornali, soprattutto quelli inglesi, sono disposti a tutto pur di vendere le loro copie, spesso anche a inventare false notizie:

“I miei genitori li ho chiamati spesso per dire che quello che sentivano e leggevano su di me in Inghilterra non era vero, non meritano di leggere e sentire certe cavolate. Io parlo poco, lascio che siano gli altri a parlare però mi sono stufato di sentire che ho problemi di testa. Ormai non ci faccio più caso, però è vero che in Inghilterra si basano di più su quello che fai fuori dal campo. Ti fanno sembrare una persona cattiva, per fortuna chi mi vuole bene sa come sono e io non sono così. Il mio punto debole? Non esiste, il mio punto forte invece è la mia famiglia“.


E non gli interessano nemmeno tanto le voci di mercato, Balotelli assicura di stare bene al Manchester City e smentisce tutte le voci che vogliono il suo agente Mino Raiola al lavoro per portarlo al Milan. Super Mario in questo momento ha in testa solo l’azzurro, vuole giocare un gran torneo e fa una promessa ai tifosi:

“Il Milan? No io resto a Manchester, io voglio rimanere lì. Non è un giochetto di Mino Raiola io resto là. In questo momento il mercato non mi interessa, nella mia testa c’è solo la Nazionale e posso assicurare che non la lascerò mai in dieci agli Europei e comunque, come ho detto, dico no al Milan, non adesso, non in questi anni, io sono al City. Thiago Silva? Se lui viene a Manchester, di sicuro siamo più forti”.

Sembra un Balotelli determinato, sperando che confermi questa attitudine anche quando scenderà in campo. Non è un mistero che Prandelli punterà forte su lui e Cassano, ma se il giocatore dovesse commettere qualche errore, soprattutto dal punto di vista disciplinare, verrebbe messo subito da parte.

Foto | © TMNews

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Campionati Europei di Calcio

europei 2020 giugno 2021

Tutto su Campionati Europei di Calcio →