Lazio - Genoa 4-2 la partita per la quale sono accusati Milanetto, Sculli, Mauri e Criscito

Ecco il video di Lazio - Genoa 4-2 per la quale gli inquirenti dell'inchiesta Last Bet sono convinti che Milanetto, Sculli, Mauri e Criscito si siano impegnati per decidere il risultato prima della partita. Le posizioni di Sculli e Criscito sono aggravate dalle foto che li ritraggono mentre di stanno incontrando con due presunti esponenti del gruppo degli zingari e con due ultras del Genoa quattro giorni prima della partita. Per quanto riguarda invece Mauri e Milanetto, arrestati questa mattina, pesa la deposizione di Carlo Gervasoni che ha raccontato di aver saputo da terzi, di un incontro tra i due giocatori e gli slavi, Ilievski di sicuro, il giorno stesso della gara. Il procuratore Di Martino ha comunque invitato tutti a non enfatizzare l'avviso di garanzia a Criscito:

"Non va troppo enfatizzato. E' un problema che riguarda il solo Criscito e non altri azzurri. Così come non bisogna enfatizzare l'avviso di garanzia, che non è un giudizio di condanna, ma solo uno strumento di tutela per gli indagati. Non c'è alcun provvedimento relativo all'espatrio di Criscito, che può tranquillamente partecipare all'Europeo".

Lo stesso giorno Ilievski si è spostato a Milano in un albergo dove era ospite anche Antonio Bellavista, ex capitano del Bari collegato al gruppo degli 'zingari', e lì il giorno successivo si sarebbero recati anche Milanetto e Dainelli per un incontro che seconda la procura sarebbe stato finalizzato alla consegna di denaro per la partita falsata il giorno precedente. In una intercettazione telefonica tra Altic ed un altro pregiudicato, è spuntato anche il nome di Kakaber Kaladze che è stato raggiunto come Dainelli da un avviso di garanzia. Di Martino ha così commentato la posizione dei due:

"Le posizioni dei genoani Kaladze e Dainelli? Ci sono degli elementi, ma se le persone non sono arrestate vuol dire che la situazione non è gravissima, anche se merita ulteriori approfondimenti".

Per quanto riguarda Sculli, il Pm aveva chiesto al Gip di applicare la carcerazione come misura cautelare, ma il Gip non ha convalidato il provvedimento anche se nella sua relazione ha tenuto a precisare che comunque la posizione del calabrese sia ancora tutta chiarire visti rapporti amicali dello stesso con alcuni personaggi sospetti, tra i quali Altic, con il quale si è incontrato insieme a Criscito prima di Lazio - Genoa 4-2, oltreché con alcuni esponenti degli ultras del Genoa, anche loro presenti nell'incontro prima della partita succitata, che si sono 'distinti' recentemente per i disordini provocati durante Genoa - Siena 1-4 del campionato appena concluso:

"personaggi inqualificabili della criminalità organizzata, quali l'albanese Altic attualmente detenuto per fatti concernenti la droga... rapporti anche con la parte più estrema degli ultrà del Genoa, quali Leopizzi, già coinvolto in fatti concernenti l'alterazione dei risultati di partite di calcio".

Il Tabellino della Partita:

LAZIO - GENOA 4-2
(primo tempo 1-1)

MARCATORI: Biava (L) al 7′ pt., Palacio (G) al 12′ p.t.; Rocchi (L) al 7′ s.t., Hernanes (L) all’11 s.t. e al 21′ s.t., Floro Flores (G) al 44′ s.t.

LAZIO (4-2-3-1) Muslera; Lichtsteiner (dal 17′ s.t. Scaloni), Biava, Stendardo, Garrido; Ledesma, Matuzalem (dal 19′ s.t. Gonzalez); Mauri, Hernanes, Zarate; Rocchi (dal 38′ s.t. Floccari). (Berni, Foggia, Bresciano, Sculli). All.: Reja.

GENOA (4-3-2-1) Eduardo; Rafinha, Dainelli (dal 17′ s.t. Moretti), Criscito, Antonelli; Rossi, Milanetto (dal 19′ s.t. Veloso), Kucka (dal 22′ s.t. Destro); Palacio, Floro Flores; Boselli. (Perin, Polenta, Jelenic, Paloschi). All.: Ballardini.

ARBITRO Damato di Barletta.

NOTE: Spettatori 35 mila. Ammonito: Destro (Genoa). Angoli: 6-3 per il Genoa. Recupero: 1′ p.t.; 3′ s.t.

  • shares
  • Mail