Europei 2012, Girone D: la scheda della Francia

frank ribery

Due anni fa la Francia era completamente da rifondare, tornava dal Sudafrica con le ossa a pezzi, fuori al primo turno e provata dall'ammutinamento dello spogliatoio nei confronti di Domenech. Alla vigilia di Euro 2012 non sembrano passati appena ventiquattro mesi, Laurent Blanc, seppur con fatica, è riuscito a far ritrovare l'orgoglio ad una nazionale a cui pure non mancano i buoni giocatori. C'è un dato su tutti che indica quanto bene abbia lavorato il ct francese: la sua nazionale non perde da 22 partite, in pratica sotto la sua guida ha perso soltanto la prima gara del girone di qualificazione contro la Bielorussia, aveva perso anche al suo esordio in amichevole contro la Norvegia ma dopo la debacle sudafricana era il minimo che ci si potesse attendere.

Dopo due anni di esperimenti tattici Blanc sembra aver trovato la quadratura del cerchio, lo schema che più si addice alla sua creatura è il 4-3-3, spesso è stato provato anche il 4-2-3-1 ma con risultati meno felici. Punta di diamante di questa formazione è Karim Benzema, reduce da un'annata ottima a Madrid sarà lui il titolare; Giroud si dovrà accontentare della panchina, ma è un'arma importante in caso di necessita. Del rifornimento per la punta se ne dovranno occupare i due attaccanti esterni, a sinistra ci sarà sicuramente Ribery, per la destra il favorito è Nasri, ma c'è anche l'alternativa Menez. Il punto debole di questa squadra è forse la coppia di difensori centrali, i titolari saranno molto probabilmente Mexes e Rami, ma la coppia non sembra affiatatissima. La tenuta dei quattro di difesa dipenderà molto dalla resa dei tre centrocampisti, in particolare dal rendimento di Diarra.

Comunque andrà a finire di sicuro la Francia può solo migliorare rispetto a due anni fa, ma anche se il confronto viene fatto con l'ultimo Europeo: in entrambe le occasioni infatti i Bleus non sono riusciti ad andare oltre il primo turno. Risultati non certo all'altezza di una nazionale che può vantare nella sua bacheca un mondiale e due campionati europei. Il primo successo nella storia dei galletti arrivò nell'Europeo casalingo dell'1984, erano gli anni di Michel Platini che vinceva palloni d'oro a ripetizione. Poi arrivò quella generazione di fenomeni, giocatori del calibro di Zidane, Deschamps, Vieri, Thuram, Henry e Trezeguet: questo gruppo si laureò campione del mondo nel 1998 e fu capace di ripetersi due anni dopo agli Europei battendo in finale proprio l'Italia, nel 2006 ci saremmo rifatti con gli interessi.

Le qualificazioni

Dopo il traumatico mondiale sudamericano non era facile ripartire, il compito affidato a Blanc era difficilissimo. Lo dimostra la clamorosa sconfitta rimediata allo Stade de France, nella prima partita post Domenech, contro la non eccelsa Bielorussia. Alla fine la Francia però è riuscita a ritrovare la retta via e ha concluso conquistando il primo posto nel Girone D, pur dovendo combattere fino all'ultima partita con la Bosnia e Herzegovina. Le due squadre si sono incontrate nell'ultima giornata divise da un solo punto, Dzeko ha portato in vantaggio i bosniaci in terra francese, a spezzare il sogno della nazionale dell'ex Jugoslavia ci ha pensare Nasri: il suo gol nella ripresa è valso il biglietto per Euro 2012.

I prossimi avversari

Il Girone D sarà sicuramente molto combattuto, ma se dovessimo puntare su una squadra quella sarebbe proprio la Francia. I transalpini sembrano aver beneficiato della cura Blanc, come spiegato in precedenza, e si candidano ad un Europeo sicuramente di alto livello. La prima partita li vedrà opposti all'Inghilterra, è importante partire bene, magari con una vittoria per poi trovarsi la strada spianata nei due successivi impegni: Ucraina e Svezia sono avversari sicuramente alla portata dei galletti. Se però all'esordio dovesse arrivare una sconfitta, allora i fantasmi del recente passato potrebbero tornare a tormentare i francesi e centrare la qualificazione diventerebbe improvvisamente molto difficile.

Lunedì 11 giugno: Francia - Inghilterra, 18.00, Donetsk
Venerdì 15 giugno: Ucraina - Francia, 18.00, Donetsk
Martedì 19 giugno: Svezia - Francia, 20.45, Kiev

La rosa dei 23

Portieri:
Cédric Carrasso (FC Girondins de Bordeaux), Hugo Lloris (Olympique Lyonnais), Steve Mandanda (Olympique de Marseille).

Difensori:
Gaël Clichy (Manchester City FC), Mathieu Debuchy (LOSC Lille Métropole), Patrice Evra (Manchester United FC), Laurent Koscielny (Arsenal FC), Philippe Mexès (AC Milan), Adil Rami (Valencia CF), Anthony Réveillère (Olympique Lyonnais).

Centrocampisti:
Yohan Cabaye (Newcastle United FC), Alou Diarra (Olympique de Marseille), Florent Malouda (Chelsea FC), Marvin Martin (FC Sochaux-Montbéliard), Blaise Matuidi (Paris Saint-Germain FC), Yann M'Vila (Stade Rennais FC), Samir Nasri (Manchester City FC).

Attaccanti:
Hatem Ben Arfa (Newcastle United FC), Karim Benzema (Real Madrid CF), Olivier Giroud (Montpellier Hérault SC), Jérémy Menez (Paris Saint-Germain FC), Franck Ribéry (FC Bayern München), Mathieu Valbuena (Olympique de Marseille).

Allenatore:
Laurent Blanc.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail