Gli sceicchi del Dubai mettono gli occhi sul Milan, Berlusconi cederà una quota?


In ambienti vicini al club rossonero si è tornati da qualche giorno a parlare di una possibile cessione di parte del pacchetto azionario da parte di Silvio Berlusconi, non intenzionato ad ulteriori esborsi di denaro per la prossima campagna acquisti dopo aver ripianato solo poche settimane fa gli oltre sessantasette milioni di euro di debiti con i quali la società aveva chiuso il proprio bilancio. A questo proposito, il Corriere dello Sport riporta oggi la notizia secondo la quale la prossima settimana sarebbe in programma ad Arcore un incontro con Ahmed Bin Saaed Al Maktoum, fratello dell'emiro regnante di Dubai ed amministratore delegato dell'Emirates Group, multinazionale attiva nel settore del turismo che sponsorizza con il logo Fly Emirates alcuni importanti club europei, tra i quali lo stesso Milan.

Già tre anni fa, il facoltoso sceicco aveva avanzato un'offerta per acquistare una quota del 30% delle azioni del club meneghino, incassando però un secco rifiuto da parte della famiglia Berlusconi. Le non brillantissime performance delle controllate del gruppo Fininvest negli ultimi mesi, avrebbero però convinto il patron dei rossoneri a riconsiderare la sua posizione, aprendo ad un possibile ingresso nel capitale del club di investitori interessati a spendere per mettere in piedi una campagna acquisti degna di questo nome e magari a imitare i cugini dell'Inter nel progetto della costruzione di uno stadio di proprietà. In Europa dall'inizio della crisi economica numerosi club come Manchester City, Paris Saint Germain, Malaga e Getafe hanno già ceduto alle lusinghe provenienti dagli Emirati, saranno i rossoneri i primi a capitolare nel nostro campionato?

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: