La Juventus ha deciso: no alle 3 stelle sulla maglia


Tanto rumore per nulla. Dopo un mese di dibattiti, polemiche e "provocazioni" e discussioni in merito tra addetti ai lavori giornalisti e tifosi la Juventus ha deciso di non far cucire sulle proprie maglie la terza stella della discordia, simbolo dei trenta scudetti per i sostenitori juventini. Scudetti non riconosciuti ufficialmente dalla Giustizia Sportiva. Una scelta fatta, secondo voci filtrate dal quartier generale della Juventus, per evitare lo scontro con Coni e Federcalcio.

Il club ha preferito adottare un escamotage "diplomatico": nello spazio riservato allo stemma e alle due stelle, cioè sul lato sinistro della divisa, troverà posto la scritta "30 sul campo". La scritta, diventerà una specie di refrain, come il motto del Barcellona "Més que un club". I bianconeri la piazzeranno presumibilmente sotto lo stemma, come si usa in casa milanista sulle maglie rossonere con la dicitura "Il club più titolato al mondo". Francesco Calvo, direttore commerciale del club bianconero, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport 24 per spiegare brevemente questa scelta


"La novità della prossima stagione sarà l'assenza delle stelle sulla maglia della Juve. Una maglia senza stelle ma con il numero 30 e la scritta 'sul campo' ad accompagnarla, a ribadire gli scudetti che tutto il popolo juventino sente suoi e a ribadire a tutti come la Juventus abbia trionfato trenta volte nel campionato italiano. Come sarà la seconda maglia? Sarà totalmente nera, con dei bordi bianchi sulle maniche a richiamare il bianconero".

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: