Scontri tra tifosi polacchi e russi, 56 arresti e 10 feriti | Video

I video degli incidenti tra hooligans russi e polacchi. La polizia fatica a contenere la furia dei teppisti per le strade di Varsavia.

di antonio

Quello che le forze di polizia polacche temevano alla vigilia si è avverato. Non è stato, finora, un campionato europeo tranquillissimo: solo tre giorni fa i tafferugli causati dai tifosi russi allo stadio e la rissa tra croati, polacchi e irlandesi trasmetteva una certa preoccupazione alla macchina organizzativa dell’evento. A poche ore dall’inizio di Polonia-Russia diversi teppisti di entrambe le fazioni si sono scontrati per le vie di Varsavia dando vita risse improvvise durante il tragitto che porta allo stadio. Cinquantasei persone arrestate e dieci sono rimaste ferite. I disordini sono avvenuti mentre i tifosi russi, scortati dalle forze dell’ordine, stavano raggiungendo lo stadio.

Secondo una nota dell’agenzia Agi la polizia polacca ha disperso una marcia di migliaia di tifosi russi diretti verso lo stadio di Varsavia. Dopo reciproche provocazioni tra le due tifoserie nei pressi del fiume Vistola, a scaldare gli animi è stato il lancio di pietre e razzi alla polizia da parte di un gruppo di sostenitori russi. La polizia ha lanciato fumogeni e invitato le persone ad allontanarsi mentre i tifosi polacchi provocavano i russi con cori come “Russia putt…” e “Colpisci l’immondizia rossa con un martello, con una falce“. Le due tifoserie sono divise da una rivalità storica acuita dall’incidente aereo di due anni fa in Russia, che causò la morte del presidente polacco e di altre 95 persone.