Cassano si scusa: "Non sono omofobo"

Cassano si scusa dopo le dichiarazioni sui gay
Le dichiarazioni di Antonio Cassano in conferenza stampa sui gay (da lui simpaticamente apostrofati come "froci") hanno scatenato l'immaginabile putiferio mediatico. Condanne nei confronti dell'indelicatezza del numero 10 azzurro sono arrivate da più parti con le associazioni che rappresentano la comunità omosessuale sul piede di guerra. D'altra parte cosa ci si può aspettare da Cassano? Lui stesso si professa apertamente "ignorante", probabilmente sarebbe stato più saggio tacesse e guardando il video appare evidente che secondo la sua ottica stava cercando di scherzare sul tema.

Il risultato è stato pessimo, ancora più ridicolo risulta il comunicato diffuso dalla FIGC che riporterebbe le presunte scuse di Cassano:

Mi dispiace sinceramente che le mie dichiarazioni abbiano acceso polemiche e proteste tra le associazioni gay: l'omofobia è un sentimento che non mi appartiene. Non volevo offendere nessuno e non voglio assolutamente mettere in discussione la libertà personale delle persone. Ho solo detto che è un problema che non mi riguarda e non mi permetto di esprimete giudizi sulle scelte di altri, che vanno tutte rispettate.

Ora, siamo gli unici a pensare che queste scuse siano chiaramente preconfezionate e nulla abbiano a che vedere con il pensiero di Cassano? Possibile che si debba obbligatoriamente affogare in questo mare di ipocrisia (alternata a muscolari esibizioni di "machistica" ignoranza come quella vista oggi in conferenza stampa) ogni qualvolta si affronta il tema dell'omosessualità nel calcio?

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: