Gattuso si presenta al Sion: "Mi mancherà la Champions, ma voglio vincere il campionato"

gennaro gattuso

Gennaro Gattuso ha scelto di ripartire da Sion, con la sua famiglia si trasferirà nel Canton Vallese a partire dalla prossima stagione, con la squadra svizzera balzata all'onore delle cronache per le battaglie legali contro Fifa e Uefa ha firmato oggi un contratto biennale. L'ex milanista è stato presentato oggi alla stampa, al suo fianco il presidente del club, il focoso Christian Constantin. Il giocatore ha spiegato il perché di questa sua scelta, dopo tanti anni di vittorie e successi con la maglia rossonera, non nascondendo che in qualche modo ha influito anche la vicinanza della città svizzera all'Italia. Chi però pensa che Ringhio sia andato soltanto a fare la figurina si sbaglia di grosso, le sue parole dicono tutt'altro e conoscendolo si può stare sicuri che sul campo darà tutto come al suo solito:

"Non mi piacciono le cose facili, sono qui per vincere e dimostrare che sono ancora un grande campione. Sono vicino a casa e voglio competere contro il Basilea per vincere il campionato. Il presidente mi ha promesso una squadra di livello, le premesse sono buone. Mi mancherà la Champions League ma sono sicuro che entro due anni riusciremo a giocarla. Ho avuto varie offerte, anche dalla Scozia: mia moglie è di quelle parti e la logica avrebbe voluto che andassi lì: mi ha convinto il feeling con il presidente Constantin. Gli ho detto di non aspettarsi la qualità di Pirlo, io sono Gattuso: posso dargli la mia forza, le mie energie e le mie gambe".

Il presidente Constantin ha poi preso la parola per confermare che voleva proprio Gattuso e non Pirlo, spiegando poi i retroscena dell'affare che è stato messo in piedi quando il giocatore era in vacanza con la famiglia:

"Gli ho risposto che volevo Gattuso, non Pirlo. Era in vacanza con moglie e figli in Spagna, quando si è parlato di venire qui ha sospeso tutto. Presentarlo al pubblico è quasi un insulto, tutti lo conoscono. È uno che non tradisce mai: ha testa, cuore e gambe, è quello che ci serve. Con lui puntiamo a vincere il titolo quest'anno e qualificarci direttamente alla fase a gironi della Champions League".

I tifosi del Sion sperano che le parole di Gattuso e del loro presidente possano diventare presto realtà, lo scudetto manca dalle parti dello stadio Tourbillon da 15 anni ormai: era il 1997 quando la squadra del Canton Vallese trionfava per la seconda volta nella sua storia. Questo club vanta però un particolare record che riguarda la coppa nazionale svizzera: non conosce la sconfitta in finale, ha trionfato in tutte e 12 le occasioni che lo hanno visto protagonista, tra l'altro nella storia del calcio svizzero è l'unica squadra che è riuscita a vincere questo trofeo quando militava in seconda divisione. Ora le ambizioni sono sicuramente diverse, il nostro Gattuso proverà a dare il suo contributo per riportare il titolo in casa del Sion.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: