Europei 2012, alle 20:45 Germania - Danimarca: precedenti, dichiarazioni e probabili formazioni


Tutto può ancora succedere nel Girone B di Euro 2012 e se ieri sera le sorprese non sono mancate (con le eliminazioni eccellenti e inaspettate di Russia e Polonia), allora le quattro squadre impegnate oggi dovranno stare ben attente a non fare calcoli tentando di vincere le loro partite. Sicuramente molto interessante sarà la sfida tra Germania e Danimarca: i tedeschi hanno vinto le prime due partite eppure non sono ancora certi di passare il turno (basterà loro un pari ma anche una sconfitta potrebbe essere indolore), i danesi invece hanno bisogno dei tre punti anche se il loro destino, in caso non dovesse arrivare la vittoria, è affidato al risultato della partita tra Olanda e Portogallo.

Quasi un derby quello tra queste due Nazionali, il cui primo match risale alla notte dei tempi (era il 1912 e la Danimarca vinse 3-1): da allora ben 25 sfide con 14 successi teutonici, 3 pareggi e sette affermazioni danesi.Ventidue le amichevoli (l'ultima al Parken Stadion di Copenhagen, 2-2 nell'agosto del 2010) e tre sfide ufficiali, tutte in fasi finali di grandi competizioni: 2-0 danese nella fase a girone dei Mondiali 1986, 2-0 tedesco due anni dopo durante l'Europeo proprio in terra di Germania e vittoria nella finale di Goteborg per la Danimarca agli Europei del 1992 (reti di Jensen e Vilfort). I danesi sono imbattuti negli ultimi tre confronti (due successi e il succitato pareggio), ma riavvolgendo il nastro della storia scopriamo che nel '37 la Germania rifilò ai cugini scandinavi un sonoro 8-0, risultato più eclatante tra i 25 scontri tra i due Paesi.

E così arriviamo alla partita di stasera, match sicuramente ben preparato dai due commissari tecnici. Morten Olsen ha dovuto ricaricare le pile dei suoi ragazzi dopo la sconfitta in extremis contro il Portogallo; l'allenatore danese dovrà rinunciare all'esperto Rommedahl, out per acciacchi muscolari, al suo posto dovrebbe giocare Mikkelsen (centrocampista del Nordsjælland). Queste le parole di Olsen alla vigilia:

"In questa settimana ho visto due spogliatoi in uno: uno euforico e l'altro cupo e pessimista, ma abbiamo ancora la possibilità di qualificarci e tutto è nelle nostre mani. Abbiamo superato le aspettative di molti anche se non siamo stati molto fortunati. L'Olanda è ancora in gioco a causa del gol che abbiamo subito in extremis dal Portogallo, altrimenti sarebbe già sulla via del ritorno e per noi tutto sarebbe più semplice".

Joachim Low non abbassa la guardia e nonostante i due successi nelle prime due difficili partite contro Portogallo e Olanda sa che ci sarà ancora da sudare; squalificato Boateng, al suo posto ci sarà uno tra Bender e Höwedes, in attacco dovrebbe finalmente trovare un posto da titolare il laziale Klose. Low, molto più euforico alla fine della partita vinta contro l'Olanda, alla vigilia si è mostrato molto cauto:

"Non siamo ancora qualificati e questa sarà una partita difficile perché la Danimarca vuole raggiungere i quarti. I danesi sono sempre stati pericolosi, compatti dietro e pronti a ripartire e non vanno sottovalutati. E se faccio qualche cambio, lo faccio perché utile per la squadra e non per far riposare qualcuno".


Di seguito le probabili formazioni di Germania - Danimarca (Arena Lviv, Leopoli, ore 20.45 del 17 giugno 2012):

DANIMARCA (4-3-3): Andersen, Poulsen S., Agger, Kjaer, Jacobsen; Kvist, Eriksen, J.Poulsen, Mikkelsen; Krohn-Dehli, Bendtner. In panchina: Lindegaard, Schmeichel, Bjelland, S. Poulsen, Okore, Wass, Silberbauer, Zimling, Pedersen, Kahlenberg, Rommedahl, J.Poulsen, Schone. Allenatore: Olsen
GERMANIA (4-2-3-1): Neuer, Bender, Hummels, Badstuber, Lahm; Schweinsteiger, Khedira, Muller, Ozil; Klose, Gomez. In panchina: Wiese, Zieler, Schmelzer, Howedes, Mertesacker, Gundoan, Schurrle, Boateng, Kroos, Gotze, Reus, Podolski. Allenatore: Löw

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail