Calciomercato Milan: affare fatto per Acerbi, Boateng resta, niente Kakà


Il Milan tenta di recuperare il terreno perso finora sul piano del calciomercato nei confronti della diretta rivale Juventus. Il primo colpo è in difesa, dove in sostituzione di Alessandro Nesta, destinato a concludere la sua carriera nella Major League Soccer, arriverà il ventitreenne Francesco Acerbi, fortissimamente voluto dal tecnico Massimiliano Allegri. Il Genoa, con il quale i rossoneri si erano già accordati da alcune settimane, ha infatti risolto poche ore fa l'accordo con il Chievo, proprietario della restante metà del cartellino del giocatore. Ai veneti andranno il centrocampista Isaac Cofie, lo scorso anno in Serie B al Sassuolo, più un conguaglio economico. Rintuzzato dunque, come confermato anche da un curioso siparietto avvenuto a margine dell'assemblea della Lega Calcio di questa mattina tra Adriano Galliani e Andrea Agnelli, l'ultimo assalto da parte dei Campioni d'Italia che avevano tentato in extremis di convincere i veronesi a cedergli la propria metà offrendo a quanto pare sette milioni.

Sempre per quanto riguarda il reparto difensivo, si fanno più insistenti le voci che vorrebbero l'avvio di una trattativa con il Palermo per il nazionale Federico Balzaretti, tra l'altro ex juventino. Il terzino, con il quale i milanesi potrebbero risolvere almeno in parte l'annoso problema della fascia sinistra, ha infatti rifiutato il rinnovo del contratto offertogli nei giorni scorsi dai siciliani. Secondo quanto dichiarato da Galliani invece, contrariamente a quanto riportato alcuni giorni fa dalla stampa spagnola, non ci sarebbe nessuna offerta da parte del Real Madrid per Kevin Prince Boateng. Improbabile per l'amministratore delegato di via Turati, anche un possibile ritorno di Kakà in maglia rossonera, soprattutto a causa dell'ingaggio del brasiliano, insostenibile per il programma di austerità ordinato dal patron Silvio Berlusconi. Il Milan ha rinnovato intanto le comproprietà di Giacomo Beretta, Gianmario Comi, Wilfred Osuji, Simone Romagnoli e Simone Verdi. Risolte a proprio favore invece quelle di Matteo Chinellato e Pelè Tuncara Gomes.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail