Lyon: dente avvelenato con la Roma

Se i cartellini gialli, ben 11, durante Roma Lyon sono il riflesso di una partita accesa dal punto di vista agonistico, i retroscena emersi dopo la partita lo sono ancora di più.
Infatti a seguito dello scontro sono arrivate ai vari giornali le lamentele dei giocatori e del tecnico francese riguardo gli insulti, anche razziali, rivolti da alcuni giocatori romanisti ai loro colleghi francesi.
In particolare a essere accusato è Daniele DeRossi, reo di aver rivolto offese pesanti al terzino francese Abidal. Il giocatore della Roma si sarebbe poi scusato di persona al termine della partita recandosi nello spogliatoio del Lione. Il presidente del Lione, Aulas, ha detto che l'episodio fa tornare in mente la provocazione di Materazzi su Zidane, ha però anche aggiunto che i giocatori italiani si sono prontamente scusati.

Notizie rassicuranti arrivano da l'Uefa, infatti l'organizzazione europea ha comunicato: "Le presunte frasi ingiuriose non sono state menzionate né nel referto arbitrale né nel rapporto del delegato Uefa. Inoltre, nessuno ha sporto denuncia. Quindi, anche se l'unità disciplinare è stata informata del presunto incidente tramite i mass media, non ha aperto un'inchiesta", aggiungendo però "In casi come questi, ma anche in tanti altri, i tesserati dispongono di un anno di tempo per sporgere denuncia".

L'unica cosa certa per ora, è che Lyon - Roma si preannuncia un ritorno di fuoco.

  • shares
  • Mail
39 commenti Aggiorna
Ordina: