Euro 2012: Portogallo in semifinale, ci pensa Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo vale da solo tutto l'attacco della sua nazionale. Il problema è che un giocatore così può anche "bastare". Doppietta nell'ultima partita del girone contro l'Olanda, rete decisiva nei quarti di finale contro la Repubblica Ceca che vale la semifinale. Che questa sfida fosse sbilanciata, almeno nei valori tecnici, era chiaro già alla vigilia. I cechi cercano di reggere l'urto, mettono in mostra tutte le difficoltà offensive della squadra di Joao Bento, ma nel finale devono arrendersi al colpo di testa di Cristiano Ronaldo.

L'attaccante del Real Madrid è l'unico in grado di accendere il match, per tutto il primo tempo noioso e molto "bloccato". C'è l'ovvia tensione di giocare una partita che vale la semifinale, alla fine l'importante è affidare il pallone a Ronaldo e sperare che inventi qualcosa.

Il capitano dei lusitani è raddoppiato e triplicato dai difensori cechi, soffre e si innervosisce quando il pallone gli viene servito in maniera non precisa. Non esattamente l'atteggiamento che ti aspetti da un giocatore che deve trascinare e motivare i compagni meno quotati, ma tant'è. A fine primo tempo e al quarto della ripresa è proprio il numero 7 a centrare per due volte il palo, prima su azione poi su calcio di punizione a Cech battuto. Sono le avvisaglie della rete che a 12 minuti dalla fine sblocca e decide la sfida. Moutinho crossa, Cristiano Ronaldo con un colpo di testa in tuffo con il pallone che batte a terra e supera le manone del portiere del Chelsea proteso in tuffo. La Repubblica Ceca va a casa, il Portogallo attende di conoscere il nome della sfidante in semifinale che uscirà dai quarti fra Spagna e Francia.

  • shares
  • Mail