Addio dei Semeraro al Lecce dopo diciotto anni, Tesoro il nuovo proprietario

Cambio di proprietà al club salentino dove dopo quasi un ventennio ai Semeraro subentra l’imprenditore siderurgico Tesoro


Dopo quasi diciotto anni, a Lecce cala il sipario sull’era Semeraro. Una delle famiglie più “longeve” della storia del calcio italiano, ha annunciato oggi l’accordo per la cessione dell’intero pacchetto azionario societario dei giallorossi all’imprenditore siderurgico Savino Tesoro. In seguito alla recente retrocessione del club nel torneo cadetto, la sesta della loro gestione, la famiglia di imprenditori attivi con alterne fortune nei settori di finanza, carburanti, sanità e turismo, ha deciso di gettare definitivamente la spugna. Tutti i dettagli del passaggio di consegne saranno illustrati da Giovanni Semeraro nel pomeriggio di oggi. In via ufficiosa si parla di una cifra vicina agli otto milioni di euro, con un ribasso di centocinquantamila euro per ogni eventuale punto di penalizzazione. Questo il testo del comunicato apparso stamane sul sito ufficiale della squadra:

“L’U.S. Lecce comunica che, in data odierna, è stato formalizzato l’accordo, attraverso la stipula di un contratto preliminare, per la cessione dell’intero pacchetto azionario della società al Sig. Savino Tesoro. L’accordo prevede che la società sarà gestita congiuntamente dai gruppi contraenti, con la permanenza dell’attuale Consiglio d’Amministrazione arricchito dalla presenza di due rappresentanti del gruppo acquirente, fino all’approvazione del bilancio al 30 giugno 2012 e, comunque, fino alla stesura del contratto definitivo, che avverrà entro il 15 settembre p.v.”

Al nuovo proprietario, originario di Spinazzola in provincia di Barletta-Andria-Trani, ma residente a Busto Arsizio nell’hinterland milanese, il difficile compito di riportare serenità in un ambiente duramente colpito dalle contestazioni ormai continue di alcune frange della tifoseria e dal coinvolgimento nella vicenda del Calcioscommesse, per la quale secondo le ultime indiscrezioni i salentini rischierebbero una pesante penalizzazione nel prossimo campionato o addirittura la retrocessione in Lega Pro.

Foto | © TMNews

I Video di Calcioblog