La Fiorentina vuole le scuse di Guidolin

Palermo Fiorentina, 28esima di campionato. La partita è in parità quando Guana accusa un problema muscolare e perde palla, che viene riconquistata da Mutu. L’arbitro non ferma il gioco e il rumeno continua la sua corsa evitando i difensori del Palermo e andando a infilare Fontana per la rete dello 0-1 per la Fiorentina. Questi

Palermo Fiorentina, 28esima di campionato. La partita è in parità quando Guana accusa un problema muscolare e perde palla, che viene riconquistata da Mutu.
L’arbitro non ferma il gioco e il rumeno continua la sua corsa evitando i difensori del Palermo e andando a infilare Fontana per la rete dello 0-1 per la Fiorentina.
Questi i fatti che hanno portato alle pesanti polemiche di questi giorni e alla richiesta della Fiorentina di ricevere le scuse di Guidolin. Il tecnico rosanero infatti, dopo il gol ha protestato vivamente non risparmiando offese a nessuno ed è stato quindi espulso dall’arbitro.
Non contento in sala stampa ha dichiarato nei confronti di Prandelli: “Se uno fa un gol in una situazione del genere poi dovrebbe far pareggiare l’avversario. Se capitasse a me farei così, altrimenti vorrebbe dire che non sono un uomo
E’ vero che il Palermo lamenta da tempo disattenzioni arbitrali o veri e propri errori ai propri danni, ma in questo caso le reazioni paiono esagerate.
Paiono esagerate allo stesso presidente rosanero, che non difende il suo allenatore. Infatti secondo Zamparini, in Italia i giocatori sono così abituati a sfruttare il fair play a proprio vantaggio, simulando gli infortuni, che anche quando qualcuno si fa male davvero gli altri non ci credono o non si interessano.
Non perde comunque l’occasione per alimentare la polemica definendo Mutu un “furbo zingarello rumeno”.
E intanto la Fiorentina e Prandelli aspettano le scuse ufficiali del tecnico rosanero.

I Video di Calcioblog