Coppa Uefa: Roma fuori con il Middlesbrough, l'Olimpico applaude

La Roma vince per 2 a 1 davanti al proprio pubblico, ma non basta. Passano gli inglesi del Middlesbrough grazie ad uno strepitoso colpo di testa dell'olandese Hasselbaink, al 32' del primo tempo. Prima della doccia fredda gli uomini di Spalletti avevano schiacciato il Boro nella propria area. La traversa scheggiata da Bovo, ma soprattutto il diagonale di Alvarez di poco a lato, fanno capire in sintesi quale sarà l'andamento del match.

Poca fortuna, ma anche molta imprecisione e si sa, gol sbagliato, gol subito. Ma la partita non è finita e i giallorossi continuano a spingere fino a trovare il pari con una bella azione sull'asse Chivu-Taddei, finalizzata da Amantino Mancini. Squadre negli spogliatoi, rimonta ancora possibile. Nella ripresa è sempre la Roma a comandare, ma Schwarzer, l'estremo inglese, compie due miracoli, al 53' su tiro di Mancini e al 55' su De Rossi.

La Roma mette in campo Okaka al posto di Dacourt, ed è proprio il ragazzotto di Castiglion del Lago a procurarsi il rigore che riapre l'incontro: siamo al 66', a realizzarlo è ancora Mancini. Alvarez sulla destra non fa più tanto male come nel primo tempo e Spalletti pensa di sostituirlo con Aquilani, spostando Rodrigo Taddei sulla fascia. Da qui in poi gli uomini di McLaren avranno la meglio senza correre rischi. Ininfluente, a pochi minuti dal termine, l'espulsione diMexes per doppia ammonizione.

Peccato davvero, grande cuore, tanta volontà, ma tutto questo non è bastato. Si dissolve nella notte il sogno della finale Uefa promessa al capitano. I ragazzi a testa bassa scendono i gradini degli spogliatoi, l'Olimpico applaude.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: