Roberto Carlos contro Eto’o: "All’Anzhi ha fatto di tutto, tranne che giocare a calcio"

L'ex terzino del Brasile ha svelato di aver lasciato il club russo per colpa delle ingerenze dell'attaccante oggi al Chelsea.


La frase inizia così: "Conosco Eto’o da quando ha 16 anni ed è sempre stato un bravo ragazzo, che mi è sempre piaciuto un sacco". A questo punto arriva il 'ma', che introduce la proposizione avversativa. E qui arriva il bello:

Ma c’è una parte di lui che lo porta a pensare troppo a se stesso e troppo poco al gruppo e questo può essere davvero rischioso all’interno di uno spogliatoio.

A parlare e Roberto Carlos, il quale in un'intervista rilasciata a GloboEsporte ha criticato aspramente l'atteggiamento avuto da Samuel Eto’o quando giocava all'Anzhi Makhachkala. Quell'esperienza finì in anticipo per l'ex terzino sinistro del Brasile proprio per colpa delle continue ingerenze dell'attaccante camerunense. Carlos, quando Eto'o sbarcò dall'Inter nel Daghestan (estate 2011) ottenendo il titolo di calciatore più pagato al mondo, era da poco diventato un giocatore del club russo e da lì a pochi mesi sarebbe entrato anche nello staff tecnico (da settembre ha avuto il doppio ruolo di giocatore-allenatore) di Guus Hiddink, da febbraio sulla panchina dell'Anzhi.

Eto’o all’Anzhi ha fatto di tutto, tranne che giocare a calcio. Quando arrivò ci furono dei piccoli problemi all’interno dello spogliatoio e fui costretto a spiegare ai giocatori russi perché l’avevamo acquistato. Inizialmente, le cose andarono anche bene, ma ad un certo punto il camerunense cominciò ad interferire con il mio lavoro, voleva prendere il mio posto e quello di Guus Hiddink per avere il pieno controllo del club. È davvero insolito, oltre che disorientante, che un calciatore sia più interessato all’arrivo dei suoi amici in squadra anziché a giocare; noi dicevamo una cosa e lui andava dai compagni e ne raccontava un’altra e questo comportamento mi stava logorando; così avvisai che me ne sarei andato: in pochi credevano che lo avrei fatto per davvero, visto che avevo quattro anni di contratto, ma alla fine abbiamo trovato un accordo.

Il brasiliano attualmente è allenatore del Sivasspor (Turchia), mentre Eto'o in estate si è svincolato dall’Anzhi (dopo 71 presenze e 36 gol) per trasferirsi al Chelsea. José Mourinho (che lo ha già allenato ai tempi dell'Inter) è avvisato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: