Pazzini: Re d’Inghilterra!

Sessantamila spettatori e grande emozione per l’apertura di Wembley, lo stadio forse più prestigioso del mondo. L’impianto, bellissimo nella sua veste totalmente rinnovata, ha ospitato la partita tra le nazionali Under 21 di Inghilterra e Italia e al termine di 90 minuti intensi e spettacolari, alla fine il risultato è stato di 3-3. Girandola di

Sessantamila spettatori e grande emozione per l’apertura di Wembley, lo stadio forse più prestigioso del mondo. L’impianto, bellissimo nella sua veste totalmente rinnovata, ha ospitato la partita tra le nazionali Under 21 di Inghilterra e Italia e al termine di 90 minuti intensi e spettacolari, alla fine il risultato è stato di 3-3.
Girandola di emozioni e grande calcio in una partita che parte subito col turbo: dopo 30 secondi Pazzini sigla l’1-0 con un bel tiro da fuori. Il match è veloce e i padroni di casa giocano bene; pareggia forse il migliore dei britannici ossia quel Bentley che su punizione al 31′ supera Curci con una punizione millimetrica.
Secondo tempo a ritmi forse meno alti ma comunque di livello eccelso; gli inglesi passano in vantaggio con Routledge al 52′ ma ancora l’attaccante della Fiorentina va in gol e pareggia i conti al 53′. I giovinotti di Sua Maestà vogliono però vincere la partita e dopo appena 5 minuti si portano nuovamente avanti con Derbyshire; ma è la giornata di Sir Pazzini che imbeccato in contropiede da Rosina fulmina il portiere avversario con un diagonale irresistibile.

Tripletta in una partita così importante: probabilmente a 22 anni Pazzini ha raggiunto il punto più alto della carriera; l’augurio per lui e per l’Italia è che il ragazzo raggiunga vette ancora più alte ma per il momento gli risulterà difficile prendere sonno: uscire dal campo per essere sostituito e ricevere l’ovazione di tutta Wembley dev’essere qualcosa di indescrivibile. Bravo Giampaolo, ci hai fatto emozionare!