Mancini quanto mi costi?

Che alla fine il rinnovo del sodalizio tra il Mancio e l’Inter quasi campione d’Italia ci sarà sembra ormai una cosa quasi certa. C’è quel “quasi” però che può far saltare tutto all’ultimo momento. Il motivo che genera perplessità in Massimo Moratti e i suoi collaboratori riguarderebbe non tanto la retribuzione del tecnico quanto piuttosto

Che alla fine il rinnovo del sodalizio tra il Mancio e l’Inter quasi campione d’Italia ci sarà sembra ormai una cosa quasi certa. C’è quel “quasi” però che può far saltare tutto all’ultimo momento. Il motivo che genera perplessità in Massimo Moratti e i suoi collaboratori riguarderebbe non tanto la retribuzione del tecnico quanto piuttosto la gestione di tutto il resto dello staff.

Pare che per quanto riguardi l’allenatore jesino l’accordo ormai sia stato trovato, un contratto di tre anni con opzione per un quarto e un ritocchino all’insù all’ingaggio di circa il 25%.
Insomma il contratto è già stato preparato manca solo la firma del diretto interessato, firma che non è ancora arrivata per rispetto nei confronti dei suoi collaboratori. Stiamo parlando dei vari Mihajlovic, Salsano, Nuciari che com’è ovvio si aspettano un po’ di riconoscenza per l’ottimo lavoro svolto negli ultimi mesi.

A questi vanno aggiunti tutti gli uomini che compongono la nutrita schiera dei vari massaggiatori e preparatori atletici a partire proprio dal loro capo Ivan Carminati.
Ci sono da gestire gli umori di tutte queste persone cercando di non creare malumori e gelosie. Come se non bastasse Mancini avrebbe chiesto anche l’inserimento di un ulteriore uomo al suo fianco del quale non si conosce ancora l’identità, anche se voci di corridoio parlano di Marcolin.

E’ per questo che il patron nerazzurro sembra abbia un attimo frenato per cercare di trovare un compromesso che accontenti tutti, come dire buono si, fesso no.
Alla fine forse la certezza matematica dello scudetto conquistata con grande anticipo e la relativa euforia che ne deriverà farà sì che tutto si concluderà con il classico “e vissero felici e contenti“, ma quanta fatica come al solito.

I Video di Calcioblog