Gerrard salva l’Inghilterra

Finalmente i sudditi di Elisabetta II hanno potuto esultare per un gol della loro nazionale dopo tre partite di astinenza. Si era già parlato della situazione delicata di McClaren e dei suoi ragazzi così come si era definita importante anche se non proibitiva la sfida con Andorra. Ebbene, seppur con qualche patema d’animo di troppo

Finalmente i sudditi di Elisabetta II hanno potuto esultare per un gol della loro nazionale dopo tre partite di astinenza.
Si era già parlato della situazione delicata di McClaren e dei suoi ragazzi così come si era definita importante anche se non proibitiva la sfida con Andorra.

Ebbene, seppur con qualche patema d’animo di troppo gli inglesi alla fine ce l’hanno fatta. Dopo un primo tempo noioso, dominato dalla paura di rimediare una figuraccia anche questa volta, passato agli archivi solo per una conclusione di Gerrard che impegna il portiere Alvarez, le squadre vanno a riposo sullo zero a zero (prima volta in queste qualificazioni per Andorra).

Nel secondo tempo la musica cambia. Dopo soli 9 minuti e una lunga azione fatta da mille passaggi e trame Rooney riesce ad appoggiare un pallone fuori area a Gerrard che non si fa pregare e gonfia la rete per il vantaggio.
A questo punto la strada è in discesa ma devono passare 22 minuti prima che sempre il solito Gerrard dia inizio ad un’azione che egli stesso concluderà infilandosi in area dopo uno scambio stretto con Defoe.

A chiudere le danze ci penserebbe lo stesso piccolo attaccante del Tottenham che stoppa bene il suggerimento dalla mediana e spara sul primo palo, il portiere smorza il pallone che lentamente continua la sua corsa verso la rete, ma il giovane esordiente Nugent non resiste alla tentazione e ribadisce quando ormai manca un centimetro al superamento della linea. I due giocatori si sono poi guardati sorridendo, ognuno rivendicando la paternità di questa terza segnatura.

Ora l’Inghilterra e il suo commissario tecnico possono respirare, Russia e Israele sono state raggiunte e la Croazia dista solo due punti anche se ha una partita in più da disputare.
Prossimo appuntamento per gli Inglesi il 6 giugno in Estonia per sfidare l’altro fanalino di coda.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Campionati Europei di Calcio

europei 2020 giugno 2021

Tutto su Campionati Europei di Calcio →