Il lato tenero di Balotelli: i due gol contro la Germania dedicati alla mamma

Atteggiamento da duro e cuore tenero. Mario Balotelli si comporta da 'bad boy', mostra i muscoli e conduce uno stile di vita discutibile, ma la mamma è sempre la mamma. Al fischio finale della semifinale contro la Germania, il numero nove azzurro è andato ad abbracciare la madre venuta apposta da Concesio, provincia di Brescia, per seguire la partita. Si tratta naturalmente di Silvia Balotelli, mamma adottiva di Mario, che l'ha cresciuto amorevolmente da quando i genitori biologici lo hanno dato in affidamento a due anni di età.

In passato Mario ha avuto dei problemi con i genitori naturali, criticandoli anche pesantemente con un comunicato sul proprio sito personale. All'epoca giocatore dell'Inter, Balotelli accusò i 'signori Thomas e Rose Barwuah', per usare le sue parole, di voler sfruttare il suo successo personale alla ricerca di un tornaconto economico. Per questo motivo ci tenne a sottolineare che i suoi unici genitori erano (e sono attualmente) Silvia e Franco Balotelli che lo hanno cresciuto come un figlio, spinti dall'amore per un ragazzo "abbandonato" e bisognoso di attenzioni.

Un affetto genuino e disinteressato, lo stesso che lo ha fatto correre ad abbracciare e baciare la madre a fine partita. Domenica sera spera di regalare una gioia anche a papà Franco che sarà a Kiev per tifare per lui:

“I due gol contro la Germania li dedico a mia mamma che è venuta fino qui per vedermi. Per la finale arriverà anche papà e cercherò di fare quattro gol”

Foto - Balotelli mostra i muscoli alla Germania

Foto - Balotelli mostra i muscoli alla Germania
Foto - Balotelli mostra i muscoli alla Germania
Foto - Balotelli mostra i muscoli alla Germania
Foto - Balotelli mostra i muscoli alla Germania

Foto | © TMNews21

  • shares
  • Mail