Calciomercato Napoli: per Zuniga rinnovo e clausola record

Nel Napoli che vola in campionato, c’è ancora da sciogliere un importante nodo da qui a gennaio:  stiamo parlando del contratto di Juan Camilo Zuniga, esterno colombiano che contro il Genoa è stato insignito dei gradi di capitano e che ha il contratto in scadenza a giugno 2014. Nel corso del mercato estivo, l’ex siena è stato al centro di una lunga telenovela di mercato, che lo ha accostato a Juventus e Inter (più timido il Barcellona), due club molto interessati alle prestazioni di Zuniga. Il dg dei bianconeri, Giuseppe Marotta, aveva praticamente raggiunto un accordo con gli agenti del colombiano e coltiva ancora il sogno di tesserarlo, magari a costo zero, a partire da febbraio.

Un sogno che è destinato a rimanere tale dopo le ultime notizie provenienti dal capoluogo campano: Zuniga e il Napoi avrebbero trovato l’accordo per il prolungamento fino al 2017, anche se la data della firma continua a slittare di settimana in settimana. Le ultime indiscrezioni, parlano di firma imminente dopo l’ultimo rilancio da parte del patron Aurelio De Laurentiis: Zuniga, guadagnerà 3,5 milioni di euro l’anno per i prossimi quattro anni. Un milione in più rispetto a quanto era disposta ad offrire la Juve (2,5 milioni), anche se con i bonus la cifra sarebbe stata eguagliata.

Non è tutto: nel nuovo contratto dell’esterno colombiano, verrà inserita anche una clausola rescissoria da record. Una soluzione analoga a quanto fatto già in passato con Edinson Cavani, accasatosi la scorsa estate al PSG. Chi vorrà assicurarsi le prestazioni di Zuniga a partire dal giugno prossimo, dovrà versare nelel casse del Napoli 28 milioni di euro in contanti.

Per quel che riguarda il mercato in entrata, il Napoli continua a cercare sempre un centrale difensivo che dia maggiori garanzie di Cannavaro e Britos: il primo nome sul taccuino del ds Bigon rimane sempre Skrtel del Liverpool, vero e proprio pallino di Rafa Benitez che lo ha già allenato durante la sua esperienza sulla panchina dei Reds.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail