Milan: a Monaco serve l'impresa

Allianz Arena

La domanda è: il Milan, a Monaco, può farcela?
Sì perchè, girando per le varie (troppe) trasmissioni calcistiche o pseudotali del mondo televisivo, si respira aria di grande ottimismo. Soprattutto quando si parla di Roma, è vero.
Ma anche in orbita Milan non c'è male.
Non mi riferisco alle dichiarazioni di circostanza di Ancelotti, Galliani, Kakà e compagnia che sono lecite e comprensibili ma, al sapore lasciato in bocca dalla partita di andata.
Si perchè il Milan ha dimostrato di essere superiore al Bayern: sul piano del gioco, delle individualità, della tecnica.
Ma l'esito dell'incontro impari che, fosse stato su un ring, sarebbe stato interrotto per ko tecnico, parlano di un 2-2 che, di fatto costringe il Milan ad espugnare l'Allianz Arena.
Allora ripeto la domanda alla luce di queste considerazioni: il Milan, a Monaco, può farcela?
Le statistiche dicono di no: a partire dai quarti di finale di un anno fa per proseguire fino all’ultima trasferta di Glasgow i rossoneri, in trasferta, hanno segnato un solo gol.
Kakà, all’Anderlecht, che non è proprio una squadra che mette i brividi.
E poi? E poi più nulla.
E allora? Cosa devono fare i tifosi rossoneri? Rivendere il biglietto a qualche tedesco? Andare al cinema?
No, il Milan dell'andata e delle ultime prestazioni lascia viva la speranza. Certo sarà dura, anche perchè, se è vero che il Milan è l'incubo dei tedeschi che le hanno sempre prese, è altrettanto vero che, per la legge dei grandi numeri, prima o poi...
Non resta che affidarsi all'amuleto Inzaghi e ad una serata di Kakà alla Kakà, sperando di ripetere la prestazione dell'andata, magari con il rientrante Khan, nei panni di Dida.

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: