Parole da bianconero

Salihamidzic, prossimo giocatore della nuova Juve, si sente già la maglia della vecchia signora addosso. Per ribadire l'entusiasmo circa il suo futuro ha scelto un'occasione delicatissima: il dopopartita di Bayern Monaco - Milan, match che è costato ai bavaresi l'eliminazione dalla Champions League.
Il centrocampista slavo si è dimostrato molto disponibile nei confronti dei giornalisti italiani. Le sue parole, in un italiano già comprensibile, sono quelle di uno juventino e non quelle di un giocatore la cui squadra ha appena subito una cocente sconfitta, anche se ci ha tenuto a ribadire che fino a fine stagione l'impegno e la dedizione per i colori del Bayern saranno assoluti.

Brazzo, così lo chiamano gli amici, ha confidato di essersi fatto installare a casa la parabola per ricevere la RAI e Sky in modo da poter seguire le partite della sua futura squadra già da ora.
Ha parlato dell'ultimo successo contro il Napoli dicendo testualmente queste parole:"Abbiamo battuto il Napoli 2-0 e adesso siamo più vicini alla Serie A". Poteva essere più chiaro?

Il giocatore si è dimostrato molto ansioso anche di conoscere i suoi nuovi compagni, ha parlato di Trezeguet auspicandone la sua permanenza a Torino, ha immaginato le partite a carte in ritiro in compagnia di Del Piero e Buffon, si è detto impressionato da Camoranesi e Nedved, addirittura ha speso parole d'elogio per un certo "ragazzino" riferendosi al giovane Marchisio.
Come se non bastasse si è anche "permesso" di dare suggerimenti di mercato incoraggiando l'acquisto di Frings.

Insomma, ruffianeria necessaria a parte, il buon Salihamidzic sembra già essere parte integrante del progetto di rilancio della Juve, progetto nel quale vuole recitare un ruolo da protagonista da subito.

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: