Euro 2012: Italia beffata

Europei 2012

Italia battuta nella corsa agli Europei 2012. L'Esecutivo dell'Uefa ha infatti assegnato la competizione alla candidatura congiunta di Polonia e Ucraina, preferita a quelle di Italia e Croazia-Ungheria.
L'Italia calcistica perde una partita già vinta. Nonostante una candidatura senza avversari, l'UEFA del nemico Michael Platini, ha preferito puntare sulla realtà dell'Europa orientale.
Per carità, ci sono anche dei risvolti altruisticamente positivi: la possibilità di migliorare le infrastrutture in paesi con meno risorse, la pubblicità e il turismo che porterà nelle casse polacche e ucraine, nuova linfa, ma una sconfitta clamorosa e forse, meritata per il nostro irritante presidente di Lega, Antonio Matarrese.
Infatti, "il nuovo che avanza" Matarrese aveva appena dichiarato con arroganza: «Sono presuntuosamente fiducioso perché siamo un grande Paese, calcisticamente e non.
Vorrei però capire, quale è la nuova filosofia della Uefa: perché si mette a confronto una grande federazione con altre più piccole. C’é un Paese di tradizioni e titoli, contro avversari che rappresentano nazioni dall’impatto limitato, anche se ricche di passione.
A volte le piccole squadre battono le grandi, quando sono distratte. Ma deve prevalere l’esperienza. Nel 2008 gli Europei ci saranno in Svizzera e Austria, e non credo che l’Uefa continuerà con le candidature congiunte».
Eccola servita, signor Presidente. Ha perso un'altra occasione per tacere.

  • shares
  • Mail
58 commenti Aggiorna
Ordina: