Il fair-play di Contini

Spesso nei campi di calcio assistiamo a brutte scene e subito partono i discorsi sull'esempio che i calciatori dovrebbero dare ai tifosi. Facili sono poi i riferimenti ad altri campionati, come quello inglese, in cui si ricordano gesti di fair-play eclatanti, primo su tutti quello di Di Canio che fermo il gioco quando stava per andare in rete il suo West Ham perchè il portiere avversario era a terra.
Ogni tanto però cose del genere succedono anche in Italia, è il caso di ieri sera nel posticipo tra Parma e Fiorentina.

Correva il minuto 33 della ripresa quando la squadra viola, infarcita di attaccanti, andava all'assalto dei gialloblu alla ricerca del pareggio. C'è stata una palla scodellata in area verso la quale sono andati a saltare Pazzini contrastato da Couto e Contini. Il difensore portoghese riceve una gomitata sulla nuca e per l'arbitro Giannoccaro non ci sono dubbi e mostra il rosso all'attaccante viola incredulo.

Per una squadra come il Parma alla ricerca disperata di punti salvezza poteva essere una bella fortuna ma il difensore Contini non se la deve essere sentita di approfittare in questo modo della svista arbitrale. Così si è avvicinato al direttore di gara e ha confessato che l'autore del colpo a Couto era stato lui.
A questo punto bravo anche l'arbitro a ritornare sui suoi passi e a rimettere nel taschino il rosso sotituendolo con un giallo che riguardando la moviola pare davvero essere la scelta giusta visto che anche Pazzini aveva saltato in maniera scomposta.

Nel giorno in cui l'Italia del calcio ha subito l'ennesimo ceffone con la non assegnazione degli Europei 2012 abbiamo dunque visto un gesto che ci fa ben sperare per il futuro, anche se probabilmente resterà isolato.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: