Milan: peccato!

Sembrava quasi fatta, l'impresa era lì a portata di mano, fino a quando Brocchi non ha perso una palla disgraziata a centrocampo. Ma partiamo dall'inizio.
Quando ancora le squadre erano in fase di studio una fiammata del Manchester ha permesso a Rooney di trovarsi di fronte a Dida, ma Nesta è riuscito a scongiurare il pericolo rifugiandosi in calcio d'angolo. Ma è appunto sul corner che arriva il vantaggio degli inglesi con Ronaldo abile a colpire di testa e fortunato nel vedere la palla finire in rete.

Ma il Milan è squadra abituata alle pressioni di partite come questa e non si è dato per vinto, ha preso in mano il bussolotto della manovra e ha imposto il suo gioco fatto di tanto possesso palla.
Alla vigilia si era parlato tanto del duello tra Ronaldo e Kaka e il brasiliano per non deludere nessuno è salito in cattedra e nel giro di un quarto d'ora ha ribaltato la situazione. Milan in vantaggio dunque, grazie a due magie del suo brasiliano migliore che ha fatto letteralmente impazzire la retroguardia dello United.

Nel secondo tempo la determinazione degli inglesi ha fatto la differenza, i rossoneri hanno invece pagato lo sforzo prodotto per ribaltare il risultato. Si è assistito così agli attacchi tambureggianti dei Red Devils che hanno prodotto una serie di punizioni dal limite e un'occasione clamorosa sciupata da Carrick.
Quando hanno presentato il duello tra il portoghese e il brasiliano però tutti si sono dimenticati di quel ragazzaccio inglese che risponde al nome di Wayne Rooney. E' stato lui infatti concludendo una splendida azione corale con assist finale di Scholes a ristabilire il risultato di parità.

Ma le emozioni non erano finite, infatti ad un minuto dalla fine Brocchi, come anticipato all'inizio, ha perso palla a centrocampo e ha permesso la ripartenza degli avversari, Giggs ha servito il solito Rooney che di prima intenzione ha concluso sul primo palo beffando un comunque ottimo Dida.
Il ritorno si preannuncia infuocato, perchè il Milan dovra vincere ma è anche vero che due gol in trasferta sono un'ottima base da cui partire, appuntamento quindi al prossimo 2 maggio.

  • shares
  • Mail
201 commenti Aggiorna
Ordina: