Autogol di Moratti?

Ieri sulle pagine rosee della Gazzetta dello Sport, il felicissimo presidente dell'Inter Massimo Moratti s'è sbizzarrito nel mettere le pagelle ai suoi giocatori, valutandoli nell'arco dell'intera stagione. Nessun bocciato e buone parole per tutti, ma di certo qualcuno ha strabuzzato gli occhi quando ha letto il commento che Moratti ha riservato a Stankovic: "Ha avuto un rendimento super, molto legato al carattere sensibile, partecipe. Anni fa stavo comprando Emerson, mi fermò Mancini, non ancora nostro allenatore: ma no, Stankovic è più completo. Vuole dimostrare sempre di essere il più bravo, corre, lotta, ha qualità".

Andando a pescare tra i ricordi, balza alla mente come Stankovic arrivò alla Pinetina nel gennaio del 2004, effettivamente qualche mese prima di Roberto Mancini; i nerazzurri erano allenati da Zaccheroni mentre l'allenatore di Jesi era stipendiato dalla Lazio dell'allora traghettatore Ugo Longo.
La domanda che sorge spontanea è: può un allenatore di una squadra dare consigli di mercato ad un'altra squadra, per di più concorrente nella corsa al quarto posto e sua futura destinazione? Ricordiamo che quell'anno la Lazio combatté fino all'ultima giornata contro l'Inter per un posto in Champions, con i nerazzuri del "futuro allenatore" Mancini guarda caso quarti per un pelo.
A voi i commenti.

  • shares
  • Mail
40 commenti Aggiorna
Ordina: