Chi sarà l'erede di Trezeguet?

In casa Juve malgrado il campionato non sia ancora finito, anche se c'è da dire che la promozione è ormai a portata di mano, si parla soprattutto di mercato. Sono tanti i giocatori che devono arrivare per rinforzare la rosa che allo stato attuale non sarebbe del tutto completa. Ma c'è da tener conto anche di quelli che potrebbero partire. Nei giorni scorsi si è parlato molto della situazione di Buffon ad esempio, ma c'è un altro pezzo da novanta che potrebbe fare le valigie.

Si tratta dell'attaccante francese David Trezeguet. La sua condizione di contratto lo lega alla Juve fino al giugno del 2008 e sembra che non abbia intenzione di rinnovare, allo stesso tempo però ha dichiarato il suo amore per la Vecchia Signora. L'impressione è quella che David voglia andar via a parametro zero per riuscire a strappare un buon ingaggio alla sua prossima squadra visto anche che ormai ha 30 anni.

La situazione è questa, l'unica cosa certa è che c'è bisogno di un sostituto, di un attaccante che riesca ad affascinare anche i tifosi che ancora non si fidano tanto di questa nuova società.
Proprio oggi in questo senso è spuntato il nome di Alberto Gilardino. L'attaccante piemontese, di Biella, è da sempre tifoso della Juve e a Milano non sta passando proprio un periodo di gloria. A Torino sono convinti che potrebbero rigenerarlo e la sua ancora giovane età sarebbe un ottimo investimento per il futuro. Questa operazione potrebbe inserirsi in quella più pubblicizzata che vorrebbe appunto Buffon a Milanello.

Altri nomi papabili sono quelli del reggino Rolando Bianchi o dell'attaccante del Piacenza Daniele Cacia. Quest'ultimo però ha qualche chance in meno vista la sua inesperienza nella massima serie (nemmeno una presenza) e ricordando anche che tornerà sui campi di calcio solo a Luglio in seguito ad un'operazione al perone.
Un ultimo nome è quello di Vincenzo Iaquinta , ma sembra che non sia "tatticamente" gradito nè a Deschamps nè ai tifosi.
L'estate sul mercato della società di Corso Galileo Ferraris si preannuncia calda, vedremo Alessio Secco quanto saprà offrire al suo allenatore e ai suoi tifosi.

  • shares
  • Mail
30 commenti Aggiorna
Ordina: