Francia, scelto il successore di Blanc: Deschamps nuovo ct dei galletti

Meno di una settimana fa il Presidente della Federcalcio francese rivelò che per il dopo - Blanc, i cui rapporti con la Nazionale Francese si sono interrotti dopo la deludente eliminazione da Euro 2012 per opera della Spagna, si aspettava la decisione di Didier Deschamps, scartando la suggestiva ipotesi di vedere sulla panchina dei Bleus Zinedine Zidane: "Sono molto felice che Zidane abbia espresso il suo desiderio di allenare la Francia, un giorno. E' molto gratificante. Ma credo che al momento sia una strada poco percorribile. Noi abbiamo fatto una proposta a Deschamps, ma ci ha risposto che deve prendersi un po' di tempo per pensarci su. Comunque l'allenatore sarà francese, su questo non ci sono dubbi" dichiarò Noel Le Graët, oggi orgoglioso di annunciare ufficialmente che sarà proprio l'ex Campione del Mondo e d'Europa con la Francia di fine millennio a guidare i galletti almeno per i prossimi due anni.

Contratto biennale per Deschamps con rinnovo automatico di altri due anni nel caso dovesse qualificarsi per i Mondiali brasiliani del 2014 (e non dimentichiamoci che i prossimi Europei si giocheranno proprio Oltralpe); il suo vice sarà lo stesso avuto a Marsiglia negli ultimi tre anni e cioè Guy Stephan. D'altra parte gli indizi che portavano all'ex tecnico di Monaco, Juve e proprio OM erano tanti, primo su tutti l'annuncio del nuovo allenatore sulla panchina del club marsigliese ossia Elie Baup, che visse anni d'oro al Bordeaux dal 1998 al 2003 (ha poi guidato St. Etienne, Tolosa e Nantes). Non esaltante l'ultima stagione di DD in Ligue 1 (decimo posto), ma ottimo cammino in Champions (quarti di finale) e in generale col Marsiglia ha vinto un campionato (nel 2010), tutte le Coppe di Lega a cui ha partecipato (3), idem per le Supercoppe (2).

A lui il difficile compito di dare un'identità a una selezione, quella francese, smarritasi da qualche anno (isolato e inaspettato il picco del 2006 col canto del cigno di Zidane sotto la guida dell'eccentrico Domenech) e incapace di unire sotto un'unica bandiera una nidiata di giocatori talentuosi ma portati ad eccedere coi compagni e con la stampa.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail