Premio Fair Play: Italia 32esima

Un premio importante per chi ama il calcio per ciò che dovrebbe sempre essere: uno sport. Un premio che riconosce i meriti di chi si è impegnato nel mantenere un’attitudine positiva nel gioco, a rispettare direttore di gara e avversari e che tiene conto anche dell’atteggiamento di tifosi e dirigenti. Grazie alla correttezza delle sue

di



Un premio importante per chi ama il calcio per ciò che dovrebbe sempre essere: uno sport. Un premio che riconosce i meriti di chi si è impegnato nel mantenere un’attitudine positiva nel gioco, a rispettare direttore di gara e avversari e che tiene conto anche dell’atteggiamento di tifosi e dirigenti.
Grazie alla correttezza delle sue squadre, è stata la Svezia ad aggiudicarsi il trofeo Fair Play europeo, ottenendo un posto in più nel primo turno preliminare della prossima Coppa Uefa.
Dopo la Svezia, prima con 8.257 punti, si sono classificate altre dieci federazioni nazionali che il prossimo 15 maggio si contenderanno in uno spareggio programmato a Glasgow altri due posti nei preliminari di Coppa Uefa. Si tratta di Norvegia, Finlandia, Danimarca, Germania, Estonia, Galles, Svizzera, Slovacchia, Inghilterra e Francia.
E l’Italia?
La nostra Federazione si è classificata 32 esisma. E se andiamo ad esaminare tutta l’annata calcistica, dai fatti di Catania in giù, è già un grosso risultato.
Medidate gente, meditate.

Foto | Uefa.com