I club Russi navigano nei debiti

I tentativi di rendere più importante il campionato russo acquistando giocatori blasonati e coprendoli d’oro per fargl accettare un campionato poco prestigioso sta portando i club della Russia alla rovina. Tranne il Cska Mosca che ha un disavanzo di circa 1,5 mln di euro, i principali club, tra cui ricordiamo Spartak e Lokomotiv Mosca e

I tentativi di rendere più importante il campionato russo acquistando giocatori blasonati e coprendoli d’oro per fargl accettare un campionato poco prestigioso sta portando i club della Russia alla rovina.
Tranne il Cska Mosca che ha un disavanzo di circa 1,5 mln di euro, i principali club, tra cui ricordiamo Spartak e Lokomotiv Mosca e Zenit San Pietroburgo, devono ricorrere agli azionisti per coprire i buchi di bilancio.
Lo Zenit è sostenuto da Gazprom che è sia sponsor che proprietaria del club e copre l’80% delle spese lasciando però un buco di quasi 10 mln di Usd, mentre il Lokomotiv Mosca riesce a copire con gli sponsor solo il 16% del budget che è di circa 60mln di Usd annui.
Ricordiamo che proprio questi club nella scorsa estate avevano tentato l’acquisto, a cifre importanti, di giocatori italiani, tra cui per fare un esempio Cristiano Lucarelli e Marco Amelia.
Certo che se le cose stanno così c’è di che dubitare sul futuro del calcio russo.

[via – sporteconomy.it ]

I Video di Calcioblog