Il Real guadagna la testa della classifica

Il primato del Real Madrid nella Liga è già cosa “vecchia” di un giorno in verità. Infatti vincendo con un roccambolesco 4 a 3 sull’Espanyol nell’anticipo di ieri, i madrinisti si erano portati in vantaggio di un punto sui blaugrana che fino a ieri erano i veri capolisti. Poteva durare un solo giorno il primato

Il primato del Real Madrid nella Liga è già cosa “vecchia” di un giorno in verità. Infatti vincendo con un roccambolesco 4 a 3 sull’Espanyol nell’anticipo di ieri, i madrinisti si erano portati in vantaggio di un punto sui blaugrana che fino a ieri erano i veri capolisti.
Poteva durare un solo giorno il primato del Real Madrid, e invece un po di fortuna per il Betis, un guizzo di Sobis, e una disattenzione difensiva degli uomini di Rijkard hanno fatto in modo che il Real Madrid resti primo (a parimerito con il Barcellona) almeno fino alla prossima giornata.
Incomincia male in realtà la partita del Real, che nel primo tempo è già sotto 3 a 1, colpito a ripetizione da un Pandiani in forma.
Ma nella ripresa, vuoi i cambi, vuoi l’orgoglio ferito, la musica cambia. Già al terzo minuto Raul porta il risultato sul 3 a 2, e poi ci pensa Reyes a guadagnare il pari.
Il 4 a 3 finale è siglato da Higuain, al suo primo centro al Bernabeu.
E’ un gol che conta parecchio quello dell’argentino, sopratutto alla luce del risultato del Barcellona al Camp Nou.
Infatti, anche se i blaugrana riescono a passare in vantaggio al 5′ con un rigore realizzato da Ronaldinho e sfiorano il raddoppio varie volte con Eto’o, il Betis è estremamente cinico e su tre palle gol ne realizza una con Sobis. E’ sufficiente per portare a casa un pari.
Ora Barcellona e Real Madrid sono appaiati a 66 punti in testa alla classifica, ma gli scontri diretti (2 a 0 e 3 a 3) sorridono al Real Madrid che in caso di finale a parimerito vincerebbero il titolo.

Ora per Capello non resta che vincere le ultime quattro giornate e potrà togliersi qualche sassolino dalla scarpa, per infilarlo poi in quella di Calderon, che di fronte ad un Capello vincente avrà il suo bel decidere.

I Video di Calcioblog