Dopo l'addio di Zola il Watford riparte da Giuseppe Sannino

Neanche il tempo di metabolizzare l'esonero dal Chievo Verona, che Giuseppe Sannino torna in pista e riparte nientepopodimeno che da Londra: la sua nuova dimensione sarà la Serie B inglese, essendo da oggi il nuovo allenatore del Watford. Una bella soddisfazione per il tecnico nativo di Ottaviano ma lombardo d'adozione, quella di rimanere ai box per così poco tempo, individuato dalla famiglia Pozzo come colui che potrà risollevare le sorti di una squadra che l'anno scorso andò a un passo dalla promozione in Premier League e che quest'anno, invece, pare smarrita. Le dimissioni di Gianfranco Zola di qualche giorno fa, infatti, sono arrivate a seguito di un periodo che definire nero è forse riduttivo: gli Hornets non vincono dal 5 ottobre scorso e nelle ultime nove partite hanno racimolato la miseria di 4 punti, frutto di altrettanti pareggi intramezzati da cinque ko (la cosa curiosa è che i pari sono arrivati tutti in trasferta e le sconfitte tutte in casa).

Ora il Watford si ritrova al 13esimo posto in graduatoria con 25 punti, a meno otto dalla zona play-off, obiettivo dichiarato ad inizio stagione dalla proprietà; da Sannino si cerca proprio questo, che dia la scossa a un gruppo nutrito di italiani (Cassetti, Faraoni, Angella e Fabbrini, più i naturalizzati Battocchio e Forestieri) ed ex Udinese (come Ekstrand e Abdi), cosa che per altro potrà aiutare l'ex allenatore di Varese, Siena e Palermo; sentito da tuttomercatoweb in mattinata, ha così commentato la notizia:

"Zola ha fatto un bel lavoro con questi ragazzi, adesso io sto entrando in campo per il primo allenamento. Devo iniziare a conoscere i giocatori, solo dopo potremo parlare di tattica, moduli e schemi. Per me era importante tornare subito in campo. E' arrivata questa chiamata e ho detto subito sì, Londra è una città in cui tutti vorrebbero lavorare. Gli italiani in rosa? Io sono l'allenatore del Watford, non dei giocatori italiani. Sto già iniziando a prendere confidenza con l'ambiente e sabato avremo già la prima sfida di campionato".

Chissà come se la cava con la lingua inglese, sarà bene che si faccia capire sin da subito anche perché non c'è tempo da perdere; come lui stesso ha detto sabato prossimo il Watford sarà impegnato a Ipswich contro una squadra imbattuta da 4 turni e con cinque punti di vantaggio in classifica, quindi il 26 e il 29 doppio impegno al Vicarage Road contro Millwall e QPR: per Sannino niente panettone, ma almeno quest'anno il Natale lo trascorrerà a Londra e non sul divano di casa.

  • shares
  • Mail